lunedì 2 Agosto 2021
lunedì, Agosto 2, 2021
spot_img

CANAVESE – Ripartono i centri estivi e le fattorie didattiche

Diversi comuni hanno stanziato fondi per i centri estivi e gli oratori

CANAVESE – È passata una settimana dalla fine della scuola, per molti anche la pagella è arrivata, in Canavese sono partite tante attività legate a oratori e centri estivi.

“In Regione, grazie all’assessore al Welfare, con delega ai Bambini, Chiara Caucino, – commenta il Consigliere regionale della Lega Andrea Cane – abbiamo puntato molto ai progetti estivi per recuperare la socialità perduta. Sicuramente il Canavese, rispetto ai timori del 2020 ha aumentato molto la ricettività in centri estivi e oratori e non mancano anche le offerte di percorsi nelle Fattorie Didattiche. Molti Comuni hanno provveduto a stanziamenti destinati a supportare la partecipazione di bambini e ragazzi ai centri estivi organizzati sul territorio: mai come quest’anno è un segnale forte, che vuole incentivare un progressivo ritorno alla normalità e soprattutto alla socialità di bambini e ragazzi dopo un periodo difficile”.

“Ivrea ha stanziato fondi per un abbattimento della quota di partecipazione per le famiglie con un ISEE inferiore ai 30.000 euro ha spiegato l’Assessore eporediese alle Politiche Giovanili e Sociali Giorgia Povolo – ad integrazione delle tariffe giornaliere previste dai Centri Estivi convenzionati: il Centro Estivo Villa Girelli, il Centro Estivo Cr-esco, quello gestito da Il Mondo di Camelot, quello della Culla dei Sogni e infine quello de La tana dei monelli. Il sostegno economico per le famiglie si aggiunge alla disponibilità gratuita di spazi comunali eporediesi agli organizzatori, laddove sia stata richiesta”.

“Favria ha messo a disposizione dei ragazzi e delle famiglie – racconta Vittorio Bellone, sindaco del Comune canavesano – tre differenti formule: la classica organizzata da Favria Giovane, l’Estate Ragazzi della Parrocchia e una dedicata allo sport organizzata dalla PGS, l’associazione che attualmente gestisce la palestra comunale. Una offerta pensata per soddisfare tutte le fasce d’età e che mira a sfruttare gli spazi all’aperto offrendo un divertimento organizzato, sicuro e fortemente orientato a socializzazione e serenità”.
“Mettere a disposizione risorse oggi è doveroso – conclude il Consigliere canavesano Andrea Cane – conferma la nostra attenzione alle giovani generazioni e alle loro famiglie, venendo incontro anche ad eventuali problematiche economiche. Dopo tante privazioni e regole i giovani meritano la nostra attenzione massima, perché le scelte quotidiane di oggi saranno le fondamenta future per i nostri territori”.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img