giovedì 22 Aprile 2021

SPARONE – In fase di avvio i lavori per la rotonda sulla Sp460

Soddisfatto Mauro Fava: “ Sono felice di aver ottenuto anche questo risultato per il territorio nel mio mandato in Città Metropolitana”

SPARONE – Partiranno in questi giorni i lavori per la costruzione della rotonda sulla Sp460 all’altezza del distributore di benzina di Sparone. L’opera è stata appaltata alla ditta Cogeis SpA di Quincinetto, per un importo di 149.389,62 euro e dovrebbe essere completata nel giro di circa tre mesi.

“Sono molto soddisfatto per l’avvio del cantiere di quest’opera – spiega il consigliere regionale e della Città Metropolitana Mauro Fava – Sia perché mi sono battuto per finanziarne la realizzazione quand’ero presidente della Commissione Viabilità, sia perché dopo aver vissuto per vent’anni a Sparone conosco bene l’importanza di questa rotonda per mettere in sicurezza un incrocio che è stato spesso teatro di incidenti. Devo ringraziare il consigliere Iaria, con il quale ho collaborato per dare il via all’iter del progetto, e il suo successore Bianco, per aver portato a termine il compito. E poi la struttura tecnica, coordinata dagli ingegneri Tizzani e Magnino. Al di là di quest’opera, devo anche ringraziare le squadre di cantonieri della Città Metropolitana che operano in condizioni sempre più critiche, lavorando senza risparmiarsi per rimettere in sesto le nostre strade. Il mio pensiero va alle famiglie dei due cantonieri che hanno perso la vita qualche giorno fa mentre erano in servizio”.

“La rotonda è un’opera richiesta da tempo dai cittadini e dagli amministratori sparonesi – aggiunge Fava – Dopo questa realizzazione, la messa in sicurezza della Sp460 verso Ceresole Reale può dirsi a buon punto. Restano solo un paio di brevi tratti sui quali prossimamente si dovrebbe intervenire per allargare la sede stradale. Ma sarà un compito che toccherà al prossimo Consiglio della Città Metropolitana. Per quanto riguarda questo mandato direi che il bilancio è più che lusinghiero”.

La rotonda di Sparone avrà un diametro di 34 metri e sarà a tre rami con una corsia anulare di 7 metri. Sarà di tipo “compatto”, con un’isola centrale delimitata da cordoli in pietra spessi 15 cm, e sarà dotata di un’illuminazione fornita da pali perimetrali a led. E’ prevista anche la realizzazione di un tratto di marciapiede bitumato, con protezione costituita da una barriera stradale al fine di dare continuità agli attuali percorsi, migliorandone però le condizioni di sicurezza.

urbanlungo

Leggi anche...

spot_img