domenica 28 Febbraio 2021

CALUSO – Ubertini, gli studenti pranzano fuori: le mamme attaccano; il dirigente scolastico replica

“I ragazzi hanno sempre mangiato all'esterno, ma ora i bar sono chiusi”

CALUSO – Sono riprese le lezioni, al 50% in presenza, anche all’Istituto Carlo Ubertini di Caluso, e già alcune mamme hanno protestato perchè i figli, nella pausa pranzo, sono costretti ad uscire e a mangiare fuori, nella piazzetta antistante la struttura scolastica.

Una mamma, dopo essersi lamentata con la dirigenza scolastica, ha anche scritto al Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, per illustrare il problema.

“I nostri figli devono mangiare fuori al freddo – dichiarano i genitori – abbiamo contattato la scuola che ci ha detto che non ha il personale necessario per guardare i ragazzi durante la pausa pranzo.”

La pausa pranzo non è considerata orario scolastico, difatti i ragazzi sono sempre usciti (tranne coloro che hanno aderito al “mezzo vitto”, all’inizio dell’anno scolastico), però non sussisteva il problema perchè andavano a mangiare al bar. Ma ora i bar, a causa delle misure restrittive, sono chiusi e chi abita fuori Caluso è costretto a stare all’aperto.

“Non essendo orario scolastico – spiega il Dirigente Scolastico Daniele Vallino – non siamo attrezzati secondo i protocolli anti-covid per farli mangairae all’interno. Sia per quanto concerne gli spazi, che devono seguire determinate regole, sia per il personale di sorveglianza. Purtroppo questo è un anno particolare, che sta creando disagi a tutti. Noi facciamo il possibile, ma l’unico modo per riuscire a superare questa situazione nel modo migliore è collaborare tutti e portare pazienza. Non abbiamo gli spazi adatti, e le direttive cambiano ogni giorno, all’improvviso. Purtroppo non possiamo trovare una soluzione, perchè la pausa pranzo non è contemplata come orario scolastico.”

urbanlungo

Leggi anche...