domenica 25 Luglio 2021
domenica, Luglio 25, 2021
spot_img

CARIGNANO – Omicidio-suicidio: deceduta anche l’altra gemellina

Era ricoverata in condizioni gravissime

CARIGNANO – Non ce l’ha fatta, purtroppo, la piccola Aurora, vittima dell’omicidio-suicidio per mano del padre.

Con i suoi 2 anni, Aurora ha lottato ricoverata all’Ospedale Regina Margherita da lunedì mattina scorsa, 9 novembre, quando il padre, Alberto Accastello, 40 anni, ha puntato un’arma contro la moglie, Barbara Gargano, 38 anni, e poi, dopo averle tolto la vita, ha rivolto la stessa arma contro la piccola e al fratellino gemello, Alessandro, deceduto poco dopo in ospedale.

Poi, l’uomo, ha ancora sparato al cane, quindi si è puntato l’arma e si è tolto la vita. La piccola ha resistito fino ad oggi.

Non sono ancora chiari i motivi del raptus.

AGGIORNAMENTO – Ore 19.26: È giunta notizia dalle fonti sanitarie che si tratta di morte cerebrale. La bimba resterà in osservazione ancora qualche ora, dopodichè, se non verrà riscontrata un’attività cerebrale, verrà dichiarato il decesso. Le probabilità che possa tornare ad avere attività cerebrale sono purtroppo praticamente nulle.

LEGGI ANCHE: CARIGNANO – Spara alla moglie, ai figli gemelli, al cane e si uccide

urbanlungo
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img