lunedì 30 Novembre 2020

TORINO – Nove monolocali trasformati in case di appuntamento, arrestata una coppia

Comproprietaria dell'immobile, la coppia si faceva pagare un affitto settimanale di 300 euro in nero

TORINO – Sequestrati nove monolocali utilizzati come case di appuntamento.

I Carabinieri stanno eseguendo una misura cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Torino su richiesta della locale Procura della Repubblica, a carico di due persone, marito e moglie, ritenute responsabili di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

L’attività trae origine dalle dichiarazioni rese ai militari dell’Arma da una giovane rumena che ha ammesso di esercitare la prostituzione da alcuni anni e, nell’ultimo periodo, in alcuni monolocali del centro cittadino del capoluogo piemontese. Gli investigatori hanno così accertato che l’affitto settimanale per un monolocale era di 300 euro, corrisposti in nero a una coppia di coniugi torinesi. Non solo nessun contratto di locazione, ma i pagamenti avvenivano esclusivamente in contanti o mediante ricariche di una carta prepagata intestata a uno dei due proprietari dello stabile.

Numerosi servizi di appostamento espletati dai carabinieri della compagnia Torino San Carlo hanno inoltre consentito di documentare che l’intero immobile, ubicato nel quartiere “Campidoglio” e composto da nove monolocali indipendenti, era stato adibito a casa di “appuntamento”, dove avveniva di giorno e notte un continuo flusso di clienti.
Durante le odierne operazioni di sequestro disposto dall’Autorità Giudiziaria i militari dell’Arma hanno trovato nelle camere 7 giovanissime prostitute, di nazionalità rumena, bulgara, ucraina e russa, nonché un cliente italiano. Le giovani donne saranno ora identificate ed interrogate in caserma.

CAMPAGNA AMICA BANNER 730originalvenariabannerpircc
urbanlungo
Original Marines

Per il tuo Natale...

- Advertisement -

Leggi anche..

CANAVESE – Dal 1 dicembre prove di carico statiche e dinamiche sui ponti

CANAVESE - Domani, martedì 1 dicembre, prenderanno il via le prove di carico statiche e dinamiche programmate nei Piani di controlli e monitoraggi predisposti...

TORINO – “Delivery” della droga, arrestati due pusher di 18 e 35 anni (VIDEO)

TORINO - “Delivery” della droga. Per evitare le multe ai loro clienti e soprattutto per non perderli, consegnavano la droga a domicilio. Due pusher...

PIEMONTE – Asl: gare truccate, frode e corruzione; coinvolta anche l’Asl To4 (VIDEO)

PIEMONTE – C'è anche l'Asl To4 nel mirino della Procura della Repubblica, per gare truccate, frodi nelle pubbliche forniture e corruzione. L'operazione della Guardia di...

BROSSO – Si ferisce mentre taglia legna, ricoverato al CTO

BROSSO - Grave incidente oggi, domenica 29 novembre, a Brosso, in Valchiusella. Un uomo sulla sessantina si è ferito con un attrezzo montato sul trattore,...

CANAVESE – Il Sindaco di Ozegna sul nuovo ospedale: “Perchè ad Ivrea??”

CANAVESE – Il Sindaco di Ozegna, Sergio Bartoli, ha inviato ai media alcune riflessioni sulla realizzazione del nuovo ospedale. “Dalle ultime dichiarazioni da parte di...

Ultime News

CANAVESE – Dal 1 dicembre prove di carico statiche e dinamiche sui ponti

CANAVESE - Domani, martedì 1 dicembre, prenderanno il via le prove di carico statiche e dinamiche programmate nei Piani di controlli e monitoraggi predisposti...

PIEMONTE – Il consigliere regionale canavesano Mauro Fava sull’ingresso in zona arancione

PIEMONTE - Con gli ultimi provvedimenti del Governo, il Piemonte è passato da zona rossa a zona arancione, riducendo quindi il livello di allerta...

VENARIA REALE – La Giunta ha approvato una serie di lavori in città

VENARIA REALE - Su proposta dell'assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Di Bella, la Giunta comunale presieduta dal sindaco Fabio Giulivi, nella seduta del 16...

VALLO TORINESE – Salvata una femmina di capriolo caduta in una cisterna per l’irrigazione (FOTO)

VALLO TORINESE - Salvataggio a buon fine nel pomeriggio di domenica 29 novembre per una femmina di capriolo che era caduta in una cisterna...

TORINO – “Delivery” della droga, arrestati due pusher di 18 e 35 anni (VIDEO)

TORINO - “Delivery” della droga. Per evitare le multe ai loro clienti e soprattutto per non perderli, consegnavano la droga a domicilio. Due pusher...