lunedì 17 Maggio 2021
lunedì, Maggio 17, 2021
spot_img

TORINO – Polizia entra per cercare marijuana e trova il bazar del lusso

Vini pregiati, scarpe costose, abiti di marca; l'uomo ha precedenti per tratta di schiavi ed associazione a delinquere.

TORINO – Un bazar del lusso. Andavano bene gli affari illegali di un 43enne del Benin, nonostante le misure di distanziamento sociale.

Poco prima di mezzanotte, gli agenti sono stati allertati da una segnalazione per un possibile spaccio di stupefacenti nel palazzo. L’unita’ cinofila ha fiutato la marjuana: quando ha aperto la porta di casa l’uomo è apparso in evidente stato di agitazione. A quel punto è scattata una perquisizione approfondita e, nell’alloggio attiguo all’appartamento, il ritrovamento. Nella valigie nascoste sotto al letto gli agenti del Commissariato Dora Vanchiglia hanno trovato: 37 paia di scarpe costose, 200 abiti di marca, occhiali griffati, I phone e X–box. C’erano anche culle e seggiolini per neonati con tanto di cartellino appeso. Nella cucina dell’appartamento, una decina di scatoloni contenevano oltre 40 bottiglie di vino pregiatissimo.

L’uomo aveva precedenti per tratta di schiavi, associazione a delinquere ed immigrazione clandestina; anche i suoi documenti erano contraffatti.

Condotto in Questura, è stato denunciato per introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione.

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img