giovedì 25 Febbraio 2021

BUSANO – Chiono pone l’accento su due questioni: l’esiguo buono spesa e i bambini chiusi in casa

“In queste decisioni non c'è un senso logico”

BUSANO – “Trecento euro ad una famiglia di quattro persone è una cifra assurda, non basta”. A dichiararlo è il Sindaco di Busano Giambattistino Chiono, riferendosi all’importo massimo che i Comuni possono elargire alle famiglie come buono spesa, a sostegno in questo brutto periodo.

“Capisco che non ci siano soldi, che lo Stato non ne abbia – prosegue Chiono – però se consideriamo che in aiuto alle Cooperative che si occupano dei profughi, vengono dati 30/35 euro al giorno ad “ospite”. E attenzione, io parlo di tutte le famiglie in difficoltà residenti nei Comuni, nel mio Comune, aldilà che siano italiani o meno. Anche se il Comune può integrare, non può dare comunque più di 300 euro a famiglia. Fortunatamente ci sono benefattori che aiutano e che ringrazio.”

Sempre parlando di famiglie, e in particolare di bambini, Chiono afferma di non capire la decisione di non lasciare uscire i bambini. “Chi ha il cane e prima lo portava fuori due volte al giorno, adesso lo porta 30 volte; i pensionati che non dovrebbero uscire, li vedi in giro; i carcerati hanno l’ora d’aria e invece i bambini non possono mettere il naso fuori di casa. È assurdo. I miei nipoti sono fortunati perchè hanno il cortile, il prato, ma i bimbi che abitano in condominio? Non credo che uscire con il genitore con tanto di mascherina indossata, senza giocare con altri bimbi possa essere pericoloso.”

Leggi anche...