domenica 11 Aprile 2021

TORINO – Trovare in un magazzino 600 mascherine, donate al San Giovanni Bosco

Le ha trovate la Polizia, erano di proprietà del Sermig che ha voluto donarle in questo momento di bisogno

TORINO – Venerdì mattina, un cittadino in transito in via Aosta ha sentito delle grida d’aiuto di una donna che non riusciva ad uscire dallo stabile abbandonato con il portone in ferro sigillato.

Giunti sul posto, gli agenti della Squadra Volante hanno riscontrato la presenza della donna la quale, però, anche in virtù del suo stato di alterazione psicofisica non ricordava come avesse potuto fare ingresso nello stabile il giorno prima. Svegliatasi, non trovando l’uscita, aveva chiesto aiuto ai passanti. Grazie all’ausilio dei Vigili del Fuoco la donna è stata poi liberata.

Durante il controllo del magazzino in stato di abbandono, gli agenti hanno trovato in un locale 5 scatoloni sigillati contenenti 12 confezioni, da 10 unità ciascuna, di mascherine modello FFP2. Gli agenti hanno appurato che gli apparati sanitari erano di proprietà del Sermig che aveva la disponibilità dell’immobile fino al 2018. Con ogni probabilità, nel corso del trasloco avvenuto in quell’anno, per dimenticanza le scatole erano rimaste nel magazzino.

Dopo il rinvenimento, il responsabile del Sermig, trattandosi di dispositivi di protezione individuale salvavita, ha consegnato le mascherine alla Polizia di Stato con il desiderio che venissero date agli operatori sanitari che, in questo periodo, stanno affrontando una situazione di forte criticità, essendo più esposti al rischio.

Nella mattinata di ieri, gli agenti della Squadra Volante hanno consegnato le 600 mascherine a personale dell’ospedale “Giovanni Bosco” di Torino.

Leggi anche...

spot_img