mercoledì 21 Aprile 2021

TORINO – Maltratta e picchia la sua compagna; lei trova la forza e lo denunciare

L'uomo è stato arrestato

TORINO – Anche oggi, che è la Festa della Donna, giungono notizie agghiaccianti.

Una donna ha contattato il 112, non riuscendo a parlare. Il pianto soffocava la sua richiesta d’aiuto. Gli operatori della Squadra Volante, coadiuvati dalla Centrale Operativa, hanno raggiunto la vittima. Aveva volto insanguinato, il jeans e la maglietta che aveva indosso portavano i segni dell’ennesima lite avuta con il compagno. Una lite iniziata per futili motivi.

Quel pomeriggio la donna è stata costretta dall’uomo, cittadino di nazionalità romena trentaduenne, ad accompagnarlo in un bar dove avrebbe passato il tempo a bere in compagnia di un amico. La vittima si è rifiutata di scendere dalla macchina ed entrare con lui nel locale, ma il compagno, tirandola per un braccio, l’ha trascinata dentro. Giunto il momento di rientrare a casa, la donna si è messa al volante, al suo fianco il trentaduenne in evidente stato di ubriachezza. Durante il tragitto è stata costantemente disturbata alla guida, con strattoni e tentativi di toglierle lo sterzo di mano, mettendo a rischio l’incolumità di entrambi.

La donna, spaventata dall’atteggiamento dell’uomo, ha deciso di lasciarlo guidare nonostante le sue condizioni. Una volta risalito in macchina, il compagno le ha sferrato un violento pugno sul naso ed uno schiaffo sulla nuca che l’ha portata a sbattere la fronte contro il cruscotto, minacciandola nel frattempo che una volta arrivato a casa avrebbe fatto del male ad i suoi figli. Arrivati nell’appartamento il trentaduenne si è diretto nella stanza da letto del figlio ed ha iniziato a distruggere tutto. La vittima a questo punto è scesa terrorizzata in strada e ha chiamato le forze dell’ordine. La donna ha raccontato ai poliziotti numerosi episodi di violenze e soprusi perpetrati negli anni, causati spesso anche dall’abuso di sostanze alcoliche, ma di non aver mai voluto presentare alcuna denuncia nei confronti del compagno per paura di eventuali ritorsioni.

Alla vittima sono stati refertati 30 gg di prognosi mentre per l’uomo sono scattate le manette per maltrattamenti e lesioni personali gravi.

Leggi anche...

spot_img