VENARIA REALE – Un tuffo nel passato. A visitare la collezione privata di Antonio Iorio, non si può che tornare bambini.

Sentire il sapore di un tempo passato, ormai lontano, che le nuove generazioni non possono conoscere se non attraverso le esposizioni possibili grazie a chi, come Iorio, ha conservato collezionando per anni pezzi che raccontano una storia. Che hanno fatto parte della storia di ciascuno di noi.

La collezione privata del venariese Antonio Iorio verrà esposta al pubblico presso la Sala Espositiva Comunale di via Andrea Mensa 34, questo fine settimana, nella mostra realizzata dall’associazione 296 Model di Venaria, in collaborazione con la Pro Loco Altessano – Venaria Reale, col patrocinio della Città di Venaria Reale, la cui inaugurazione è programmata per venerdì 11 ottobre alle 18.

Un’ occasione rara e preziosa per vedere da vicino oltre 40 modelli delle ditte Giordani e Rosca.

Auto, trattori, motociclette, biciclette, i mezzi di locomozione dei più blasonati marchi del settore dei motori, soprattutto del periodo che va dai primi del Novecento sino agli anni Settanta, protagonisti della mobilità di allora.

Tutti provetti piloti che spaziano col desiderio di libertà. Velocità e competizione, in un mezzo che è stato la prima aspirazione di molti bambini come il giocattolo più ambito. Passione che per molti è cresciuta, passando dall’auto giocattolo alle auto vere in scala 1:1! Tra i modelli esposti si potranno ammirare la Ferrari Indianapolis 1957, in lamiera stampata, ispirata alla mitica Ferrari 553 Formula 1 della ditta Giordani e altri preziosi modelli. Lamiere, colori di vernici, sgommate, rumori di motori, molto probabilmente tra più ecologici in assoluto! Unico propulsore, la forza delle gambe e il produttore di sogni dei tanti bambini che hanno avuto la possibilità di guidare questi bolidi.

Un viaggio nella memoria, un modo per risvegliare i ricordi dell’infanzia.

Sabato 12 e domenica 13 ottobre, la mostra sarà visitabile negli orari 9:00-13:00/15:00-19:00. L’ingresso è gratuito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here