venerdì 14 Agosto 2020

CANAVESE – Traffico di autoricambi scadenti e pericolosi

Denunciato due persone di Pratiglione, una di Pertusio e una di Cuorgnè

CANAVESE – I Carabinieri della Stazione di Cuorgnè hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria di Ivrea 4 persone: C.F. e C.D. (rispettivamente padre e figlio di anni 55 e 29, residenti a Pratiglione – TO) unitamente a due artigiani, F.L. e S.G. , di 54 e 32 anni, titolari di autofficine meccaniche in Pertusio e Cuorgnè, a vario titolo responsabili di concorso in contraffazione e ricettazione.

nuovoBannerPaonessamobili brunassocoferlungo

In particolare, padre e figlio, titolari di una ditta ricambi auto, con sede legale a Rivara, dopo aver provveduto a falsificare materiale di autoricambi proveniente da filiere clandestine, apponendo sostanzialmente sui prodotti grezzi marchi e brand di note case automobilistiche, li commercializzavano ad autofficine compiacenti del canavese come originali.

Il prezzo di vendita era chiaramente inferiore a quello di mercato ma i clienti non erano a conoscenza che i prodotti non erano originali e di qualità scadente, con gravi conseguenze per la stessa incolumità dei consumatori.
I Carabinieri della Compagnia di Ivrea, all’esito dell’attività investigativa, nel corso di perquisizioni delegate dall’A.G. eporediese, rinvenivano, infatti, all’interno della ditta gestita da padre e figlio: migliaia di dischi e pastiglie per i freni, ganasce, frizioni e molto altro materiale per autovetture, unitamente a macchinari industriali e professionali utilizzati per la falsificazione dei prodotti.

CAMPAGNA AMICA BANNER 730originalvenariabannerpircc

Nella circostanza, gli accertamenti esperiti consentivano di far emergere responsabilità anche a carico di due titolari di autofficine meccaniche operanti in Pertusio e Cuorgnè, rei di aver acquistato e utilizzato il materiale contraffatto, fornendo alla rispettiva clientela dei prodotti di seconda scelta, a fronte del pagamento di prezzi previsti per materiali di eccellenza.

Le indagini, al momento, sono tuttora in corso e non si esclude il coinvolgimento di altre persone, coinvolte a vario titolo, nel territorio canavesano, nella complessa e variegata attività illecita.

urbanlungobannercortinalungo2fuorirottabanner1050 jpeg
Canavese ricambi difettosi
regioneaprile
fuorirottaloc1cortinalocandmaggio2cofer1cortinamaggio2Locandinabrunasso1Original MarinesNuovaLocandinaPaonessa
LocandinaRestatescalvenariaagosto
- Advertisement -

Leggi anche..

TORINO – Deteneva armi ed è sospettato di essere un usuraio: arrestato

TORINO - Nella sua abitazione aveva una pistola semiautomatica Herstal cal. 7.65 matr. 676256 (intestata a una persona deceduta nel 2001),...

CASTELLAMONTE – Tentato furto a casa della famiglia Rosboch

CASTELLAMONTE – Ha tentato di rubare nella villa della famiglia Rosboch, conosciuta in città per il tragico omicidio della figlia, Gloria.

TORINO – Senza mascherina e biglietto si rifiuta di scendere dal treno: arrestato

TORINO - Senza mascherina e biglietto si è rifiutato di scendere da un treno regionale e ha iniziato a dare in...

ASTI – Scippa un pensionato: fermato da un Carabiniere libero dal servizio e arrestato

ASTI - Erano le 16:15 di ieri quando un Maresciallo dei Carabinieri, effettivo alla Sezione di polizia giudiziaria della Procura di...

QUASSOLO – Autostrada A5: perde il controllo e la vettura si schianta contro le barriere (FOTO)

QUASSOLO – Ha perso il controllo della Porsche 911 Carrera 4 che è andata a schiantarsi contro le barriere di protezione....

Ultime News

VALPERGA – Teme che sia il morso di un insetto velenoso, invece sono solo graffi di rovi

VALPERGA – Sembrava potesse essere il morso di qualche insetto velenoso, invece erano solo graffi infetti. Questa mattina,...

TORINO – Deteneva armi ed è sospettato di essere un usuraio: arrestato

TORINO - Nella sua abitazione aveva una pistola semiautomatica Herstal cal. 7.65 matr. 676256 (intestata a una persona deceduta nel 2001),...

CASTELLAMONTE – Tentato furto a casa della famiglia Rosboch

CASTELLAMONTE – Ha tentato di rubare nella villa della famiglia Rosboch, conosciuta in città per il tragico omicidio della figlia, Gloria.

TORINO – Senza mascherina e biglietto si rifiuta di scendere dal treno: arrestato

TORINO - Senza mascherina e biglietto si è rifiutato di scendere da un treno regionale e ha iniziato a dare in...

ASTI – Scippa un pensionato: fermato da un Carabiniere libero dal servizio e arrestato

ASTI - Erano le 16:15 di ieri quando un Maresciallo dei Carabinieri, effettivo alla Sezione di polizia giudiziaria della Procura di...
X