INGRIA – Mattinata tragica in Val Soana, nel comune di Ingria: F.S. classe 1953 di Rivarolo Canavese, in compagnia di un amico cercava funghi in località Monbianco quando, probabilmente a causa di un malore, è precipitato per alcuni metri in un terreno assai impervio.

Il compagno accorreva in suo aiuto ed immediatamente chiamava la centrale 112, che faceva intervenire la squadra dei Volontari della Stazione di Valprato Soana, della XII Delegazione Canavesana del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese, che ne constatava il decesso.

Le operazioni di recupero dello sventurato si sono subito rivelate complesse per la fitta vegetazione e per la presenza in zona di due linee di fili a sbalzo, di servizio ai residenti, che limitano l’accesso all’elicottero.

La salma, dopo l’autorizzazione dell’autorità giudiziaria e con l’ausilio dei Carabinieri della Stazione di Ronco Canavese, è stata portata per circa duecento metri nel bosco, fino ad una radura, che ha consentito all’elicottero di calare il verricello e di recuperarla, per poi rilasciarla presso l’obitorio dell’ospedale di Cuorgnè.

AGGIORNAMENTO – La vittima è Franco Silvano, 66 anni, di Rivarolo Canavese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here