CARAVINO – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ivrea hanno denunciato in stato di libertà, per tentata estorsione, un cittadino di nazionalità rumena, B.D.A. di anni 45, celibe, disoccupato, con precedenti di polizia e attualmente senza fissa dimora.

La vicenda trae origine dal rapporto lavorativo avviato nell’anno 2012 da un anziano pensionato del Comune di Caravino che, necessitando assistenza, aveva deciso di ricorrere ai servigi di un cittadino rumeno nella quotidiana attività domestica. Diverse ragioni, tra cui il sovente smodato utilizzo di sostanze alcoliche, avevano suggerito l’opportunità di interrompere il rapporto di collaborazione con il badante, che ha ricoperto quel ruolo, quindi, solo in quel periodo.

A distanza di molti anni, B.D.A ha ricontattato il suo datore di lavoro e paventando problematiche di natura fiscale connesse a quel periodo lavorativo lo ha convinto, in più occasioni, a recarsi con lui presso un patronato del comune di Ivrea che, all’esito degli accertamenti, aveva segnalato l’insussistenza di problematiche di natura amministrativo/contabile.

Non soddisfatto dello sfavorevole epilogo, il cittadino rumeno aveva cambiato a questo punto atteggiamento, minacciando l’anziano che se non gli avesse corrisposto immediatamente mille euro per chiudere la controversia avrebbe fatto ricorso all’ausilio di alcuni connazionali per ottenere quanto richiesto.

La tempestiva denuncia dell’uomo ha permesso ai Carabinieri della Compagnia di Ivrea di individuare tempestivamente l’estorsore, evitando il degenerarsi dell’intera vicenda, denunciandolo in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ivrea.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here