VENARIA REALE – I carabinieri di Venaria Reale erano da tempo sulle tracce di una banda specializzata in furti in abitazione nell’hinterland piemontese, più volte segnalata da diversi cittadini perché caratterizzata dal fatto di utilizzare la medesima auto per portarsi sui luoghi da colpire, nonché per la particolarità dell’uso di guanti bianchi da parte dei componenti per non lasciare impronte.

La svolta nelle indagini è avvenuta nella serata di ieri, grazie alla tempestiva segnalazione anonima fatta al 112 da una giovane donna insospettitasi dal fatto di aver visto poco prima entrare in una villa di Venaria alcune persone con guanti bianchi calzati.

Subito è scattato il piano antirapina da tempo predisposto dalla Compagnia di Venaria per contrastare episodi di criminalità predatoria in area. I militare dell’Arma sono arrivati in tempo per bloccare tre malviventi già in auto pronti alla fuga. La successiva perquisizione ha permesso di sequestrare tre orologi, un braccialetto in metallo di colore argento, una chiavetta USB, una chiave meccanica e due paia di guanti in stoffa di colore bianco.

La proprietaria della villa, la cui porta d’ingresso è risultata forzata, che non era in casa al momento del furto, ha riconosciuto come suo uno dei tre preziosi orologi rinvenuti. La banda, composta da tre macedoni di 58, 37 e 38 anni, ha quindi probabilmente effettuato altri furti in quella zona nella medesima giornata.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here