RIVAROLO CANAVESE – Grave incidente questa mattina mercoledì 17 luglio poco prima delle 9:30 in via San Francesco angolo via della Lumaca Rivarolo Canavese.

Un’autocisterna che stava svoltando in via della Lumaca ha travolto un donna in bicicletta. A fermarsi per primi a prestare soccorso, alcuni volontari della Protezione Civile. Sul posto poi sono giunti la Croce Rossa di Castellamonte soccorso avanzato la Polizia locale e i Vigili del Fuoco d’Ivrea.

AGGIORNAMENTO – Purtroppo per la giovane donna, una 26enne di Rivarolo Canavese, non c’è stato più nulla da fare. Il medico legale ne ha constatato il decesso. Il conducente del mezzo pesante, sotto shock, un 43 anni di Torino, è stato trasportato all’ospedale di Cuorgnè. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri di Rivarolo Canavese e Castellamonte.

Pare che il mezzo pesante, svoltando, non abbia visto la bicicletta che stava transitando al suo fianco, e nella svolta abbia agganciato la giovane, facendola cadere dalla bici è trascinandola sotto le ruote per qualche metro.

I residenti, che visto il trambusto sono accorsi sul posto, hanno sollevato il problema della viabilità, ossia dei mezzi che procedono ad elevate velocità su quel tratto. Problema che però deve essere analizzato bene, in quanto, lo stesso mezzo pesante coinvolto, aveva appena finito di rifornire il distributore di benzina.

AGGIORNAMENTO – La vittima è Elisa Bonavita, 26 anni, di Rivarolo. Da qualche mese stava effettuando uno stage presso la Biblioteca Civica Besso Marcheis. Sul posto dell’incidente sono giunti anche il Sindaco Alberto Rostagno, il vice Sindaco Francesco Diemoz, l’Assessore Costanza Conta Canova, il Consigliere Lorenzo Vacca e il Consigliere Martino Zucco Chinà.

SCORRERE PER GUARDARE LE FOTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here