SAN MAURIZIO CANAVESE – È stato inaugurato ieri pomeriggio, lunedì 1 luglio, il parco giochi “inclusivo” di via della Quercia.

Una tregua nei temporali che hanno caratterizzato la seconda parte della giornata ha infatti consentito, proprio all’ora fissata per l’inaugurazione, la semplice, ma bella, cerimonia del taglio del nastro. Bella, perché improvvisata insieme ai primi bambini che si sono affacciati timidamente al nuovo parco e che, vinta la timidezza iniziale, si sono poi scatenati attorno ai modernissimi giochi, dimostrando quanto sia bello sognare tra colori vivaci che, visti con gli occhi giusti, possono formare un mondo meraviglioso.

Presenti all’inaugurazione, oltre ai bimbi e a numerosi sanmauriziesi, il sindaco Paolo Biavati con il vice Ezio Nepote, gli assessori Silvia Aimone Giggio e Sonia Giugliano, i consiglieri Giulia Gobetto e Antonio Zappalà e il consigliere di minoranza Roberto Canova.

Dopo il taglio del nastro da parte del Sindaco Paolo Biavati, lo stesso ha voluto rivolgere un saluto ai presenti: “Oggi inauguriamo questo nuovo parco per tutti voi bambini, un parco di nuova concezione senza barriere architettoniche. Un grande lavoro da parte di questa amministrazione che ha molto a cuore il futuro dei giovani sanmauriziesi. In totale abbiamo sul nostro territorio ben 11 aree gioco, non sono poche, stiamo mettendo a nuovo tutte le aree per renderle sicure a voi tutti”.

Il nuovo parco di via della Quercia è una struttura innovativa e unica sul territorio, un parco completamente privo di barriere architettoniche e con i giochi accessibili a tutti i bambini, anche ai piccoli con disabilità. È infatti questo, l’accessibilità pressoché senza distinzioni, il punto centrale del progetto realizzato dal Comune per rendere ancora più bella e funzionale una delle aree pubbliche più apprezzate dai cittadini sanmauriziesi per la sua ampiezza e per la tranquillità della sua posizione.

Approfittando della necessità di ammodernare e sostituire alcuni giochi, che incominciavano a risentire dell’usura del tempo, il Comune ha deciso di trasformare l’area in un vero e proprio parco “inclusivo”, ovvero non semplicemente un parco con alcuni giochi dedicati ai bimbi in difficoltà, bensì un’area in un cui tutti i giochi, o comunque la maggior parte di questi, sono pensati per poter essere utilizzati da tutti i bambini, che devono poter giocare insieme sempre, entrando tutti nello stesso gruppo.

Il parco sarà ora completato con ulteriori ammodernamenti e novità, come la sistemazione dell’area verde nel settore attualmente occupato dal gazebo, il rifacimento dell’anfiteatro e la realizzazione di una nuova tensostruttura per offrire ai piccoli ombra e riparo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here