TORINO – La nuova strategia del Questore di Torino mira a colpire il traffico di stupefacenti, più che lo spaccio al dettaglio, con lo scopo di risalire ai fornitori di droga.

L’ultima operazione della Squadra Mobile ha intercettato un vero e proprio deposito destinato a rifornire le piazze di spaccio di Torino, con conseguente incidenza sulla quantità di stupefacente in circolazione e quindi sull’attività dei pusher.

L’indagine ha avuto inizio lo scorso 11 giugno quando il personale della Polizia di Stato appartenente alla Squadra Volante della Questura di Torino ha proceduto, in corso Dante angolo via Nizza, al controllo ed all’arresto di due cittadini albanesi di 32 e 19 anni, e responsabili, in concorso, dell’illecita detenzione di oltre 25 Kg di Marijuana.

La sostanza stupefacente era stipata a bordo del veicolo su cui viaggiavano i due, una FIAT 500L presa a noleggio.

Era evidente che i due avessero prelevato l’ingente quantitativo di stupefacente da un deposito e che stessero per effettuare una consegna a Torino.

Gli accertamenti esperiti sulle utenze telefoniche in loro possesso hanno consentito di risalire a ritroso al viaggio effettuato dagli stessi fino alla provincia di Pesaro-Urbino.

Lo scorso 14 giugno, lavorando in stretto raccordo operativo con la Squadra Mobile di Pesaro-Urbino, è stata raggiunta la città di Gabicce Monte (PU).

Svolgendo gli accertamenti nelle vie adiacenti alla Strada Panoramica, è stato individsuato un cittadino albanese del 1982.

La perquisizione domiciliare ha dato esito positivo: nell’alloggio e nella mansarda dell’abitazione sono stati trovati, infatti, numerosi involucri imballati con del cellophane, contenenti complessivamente quasi 500 kg di marijuana e 40 grammi di cocaina.

Il numero degli arresti per spaccio di stupefacenti è in costante aumento Solo negli ultimi 3 giorni, sono state infatti arrestate, dal personale della Squadra Volanti e dei commissariati cittadini, 6 persone per reati connessi al commercio ed al traffico di droga.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here