BOSCONERO – Il giovane trombettista canavesano Cesare Mecca si esibirà al teatro comunale di Bosconero con il suo quartetto, “Icefire 4tet”, domenica 16 giugno alle ore 21.15.

Laureato in tromba classica al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino, ma appassionato di jazz sin dall’età di 12 anni, ha da poco terminato di frequentare un master in tromba jazz presso il Conservatorium van Amsterdam, dove ha l’opportunità di confrontarsi con artisti internazionali quali: John Clayton, Bob Mintzer, Wycliffe Gordon, Aaron Parks, Alex Sipiagin, Jarmo Hoogendijk, Ben Wendel e molti altri.

“Icefire 4tet” è un progetto che nasce con l’obbiettivo di esplorare le prassi esecutive che hanno reso peculiare la formazione così detta “pianoless”. Affidandosi a due dei più talentuosi solisti della nuova scena jazz torinese, il quartetto nella sua ricerca attinge all’universo sonoro che caratterizzò il jazz prodotto nella “West Coast” intorno agli anni ’40 e che influenzò fortemente una parte della scuola del jazz italiano.

Il gruppo propone un repertorio di brani originali e standards della tradizione jazz reinterpretati secondo la propria sensibilità creativa.

Il quartetto è composto da Cesare Mecca (tromba), Gledison Zabote (sassofono tenore), Alessandro Minetto (batteria) e Matteo Piras (contrabasso).

La seconda parte del concerto vedrà coinvolti anche Beniamino Mecca (sax contralto) e Matteo Mosciatti (trombone), due tra i più giovani e talentuosi componenti della Filarmonica Bosconerese; il quartetto sarà quindi esteso a un sestetto con quattro fiati che riproporrà musiche degli anni ’50 tratte dell’ensemble di Chet Baker e Bobby Jaspar, dall’ottetto di Gianni Basso, Oscar Valdambrini e Lars Gullin, e dall’ottetto di Don Fagerquist.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here