RIVAROLO CON ROSTAGNO – Anche oggi vi raccontiamo una storia. Helen è arrivata a Rivarolo con la sua famiglia attirate da quella suggestione fra città e campagna che un Comune di 12mila anime può dare. Helen, che di cognome fa Ghirmu, è arrivata a Rivarolo anche per inseguire il suo sogno: l’atletica leggera.

Ed è così che fin dalla tenera età comincia a capire la fatica, gli allenamenti, il sudore per arrivare ad un risultato. Helen lancia il giavellotto: deve avere precisione, fluidità nel movimento, forza per direzionare il tiro e nervi saldi per mantenere la concentrazione. È brava, ma alla carriera agonistica preferisce trasmettere ai giovani quel che ha imparato sul campo, diventando così istruttrice Fidal. Poi ancora un cambiamento, che le ha fatto incontrare la sua attuale professione, una nuova sfida ma sempre con il baricentro allineato in cerca del lancio giusto.

Helen è una ragazza che sa guardare lontano, non solo per il giavellotto, ha capito che le generazioni prima della sua hanno imparato a non temere il cambiamento. Lei e la sua generazione hanno capito che bisogna imparare a gestire il cambiamento. Le situazioni “nocive” così come quelle che recano un piacere effimero, apparente, possono anzi devono essere mutate.

Per contro invece, c’è bisogno di riconfermare, lottare, credere, in quelle scelte che ci hanno tirato fuori dal baratro e che forse hanno avuto bisogno di un attimo di assestamento per capire come andare avanti. Anche in politica, anche per una campagna elettorale i cui toni si sono alzati a dismisura, ma per cui è importante non perdere di vista mai l’obiettivo e cercare il proprio equilibrio

Perché quelle scelte sono le scelte di un domani ricco, di un futuro luminoso, di un lancio che ha colpito il bersaglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here