RIPAROLIUM – Priorità alla scuola media. E’ questo l’obiettivo principale in tema di edilizia scolastica per il gruppo Riparolium.

«Alla base del nostro programma c’è l’immagine che vogliamo per la Rivarolo di domani – ha spiegato il candidato sindaco Fabrizio Bertot – E per la nostra città non immagino servano altri rattoppi e altre manutenzioni all’edificio delle Medie esistente, ma una costruzione del tutto nuova, più moderna, efficiente e adeguata agli spazi educativi della scuola odierna».

Qualità che mancano al vecchio istituto, aperto all’inizio degli anni Ottanta. «Ha quarant’anni circa, ma sconta caratteristiche strutturali di certe superate concezioni edificatorie che hanno obbligato le Amministrazioni che si sono succedute a porvi rimedio con manutenzioni costanti – spiega il consigliere Martino Zucco Chinà – La nostra idea a riguardo è ben precisa: non ha senso continuare a gettare risorse per “rattoppi” che hanno un costo elevato, ma non consentono di elevare la vivibilità e la fruibilità degli spazi scolastici né in funzione didattica né in funzione socializzante. Il nostro gruppo si è sempre mosso nell’ottica di realizzare nuove scuole e dopo aver progettato la costruzione delle elementari in via Le Maire e delle scuole per l’infanzia in via Bicocca, avevamo già cinque anni fa l’idea di continuare il percorso con le medie». Un’idea che però non è stata portata avanti dalla Giunta uscente.

«Non ho mai compreso perché l’amministrazione Rostagno non abbia approfittato della progettualità sviluppata durante il nostro mandato per dare compimento organico all’idea originaria per la “Gibellini Vallauri” – aggiunge Zucco Chinà – Basti pensare che sono rimasti sulla carta un lotto di fabbricato e la viabilità accessoria al polo scolastico di medie-elementari che era prevista nel project financing iniziale. Toccherà a noi riprendere in mano quel disegno, usufruendo delle risorse che sono a disposizione – a dispetto di quanto recitano costantemente i membri dell’attuale maggioranza – e realizzando quell’anello viario che consentirà di agevolare il traffico degli scuolabus che ora pesano sul centro cittadino».

Anche nel settore scolastico, quindi, i cinque anni della gestione Rostagno verranno ricordati come il periodo della stagnazione e dell’immobilismo. «Dai banchi della minoranza abbiamo vissuto questo mandato con grande fatica – conclude il capogruppo di Riparolium in Consiglio – Ora, finalmente, ci togliamo di dosso quanto abbiamo patito e siamo pronti a ripartire con maggior slancio, forti delle nostre idee e della nostra visione per il futuro di Rivarolo. La cui realizzazione potrà certamente passare anche dai cospicui finanziamenti europei che sono a disposizione, ma che ben poche Amministrazioni sanno o hanno saputo sfruttare. E credo che in tal senso l’eventuale elezione di Fabrizio Bertot all’europarlamento, lungi dal rappresentare un problema, sarà al contrario fonte di grandi vantaggi per la futura Giunta rivarolese, che non ho dubbi sarà targata Riparolium».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here