SAN MAURIZIO CANAVESE – Un totale di 82 disegni prodotti dai 41 ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 16 anni che hanno partecipato al concorso dal titolo”Obiettivo San Maurizio – Fotoracconta la tua città” promosso ed organizzato dalla Commissione Istruzione e Cultura del Comune in collaborazione con la Società Fotografica Subalpina e l’Istituto Comprensivo di San Maurizio. In realtà, a partecipare al concorso sono stati in 50.

Tra cui anche i piccoli alunni delle scuole dell’Infanzia del paese e di Ceretta. Bellissimi disegni con i quali, i piccoli allievi, hanno raccontato la “loro” San Maurizio. I disegni sono stati esposti negli spazi espositivi di Casa Marchini Ramello, di via Bertone, insieme agli oltre 80 scatti prodotti dagli alunni. Veri e propri capolavori su carta e su pellicola che sono stati premiati nella loro totalità. Per dare poi l’arduo compito alla giuria di scegliere le immagini migliori e conferire agli autori premi più specifici. Sabato 11 maggio si è svolta l’inaugurazione della mostra con la consegna di premi simbolici alle scuole Materne per la loro partecipazione all’iniziativa anche se fuori concorso.

Domenica 12, invece, la premiazione dei vincitori. A fare gli onori di casa al numeroso pubblico intervenuto (in entrambe le occasioni) è stato Giuliano Gravili, presidente della Commissione Cultura ed Istruzione. Affiancato dall’assessore all’Istruzione e Cultura Sonia Giugliano e dal sindaco Paolo Biavati. Ma prima di svelare i nomi dei vincitori merita saperne un po’ di più su come è nato questo concorso.

“Qualche anno fa, nel periodo in cui si verificavano atti di vandalismo ai danni dei beni pubblici ci siamo chiesti che cosa avremmo potuto fare per fermare questo fenomeno in crescita – spiega Gravili – Occorreva ideare un modo per parlare ai giovani senza prediche o raccomandazioni, ma impegnandole in qualcosa che li potesse interessare e far capire loro il valore dei beni pubblici, la bellezza del loro paese e la necessità di non rovinarlo ma di proteggerlo. E di qui l’idea di un concorso fotografico. L’idea è piaciuta all’Amministrazione comunale, la Società Fotografica Subalpina ha collaborato con entusiasmo. Abbiamo parlato con l’Istituto Comprensivo dove dirigente scolastico ed insegnanti sono stati entusiasti di partecipare. Di qui è partito il tutto. I ragazzi si sono armati di macchina fotografica ed ecco esposti i disegni che saranno nuovamente a disposizione del pubblico in occasione della patronale di settembre. Grazie a tutti – conclude Gravili – Le persone impegnate in questo progetto sono state tante”.

E così, nel passato week end, Casa Ramello si è vestita di fotografie davvero speciali. In bianco e nero, a colori. Al tramonto, al sorgere del sole. Particolari di un paese. Di un bel paese, come lo è San Maurizio. E poi le premiazioni. Della giuria, ma anche di quella popolare dove i voti espressi sono stati oltre 200, pari alle visite della mostra. Al 3° posto si è classificato Giorgio Gravili, al 2° Martina Padua e al 1° Daniele Andretta. Due i premi conferiti dalla Società Fotografica Subalpina: Simone Cassan e Sofia Marziantonio sono stati i premiati.

La giuria popolare, con 27 preferenze, ha premiato Martina Costa. Al momento delle premiazioni, il vincitore del primo ha sbaragliato tutti: “Vorrei condividere il mio premio (corso di fotografia offerto dalla Società Fotografica Subalpina, ndr) con il mio compagno Federico Raule che mi ha aiutato”. Un bellissimo gesto e tanti complimenti al ragazzino che ha realizzato una bellissima fotografia in notturna della chiesa Vecchia del Cimitero. L’appuntamento è per il prossimo anno con una edizione ancora più ricca del concorso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here