CIRIÈ – Nel corso di un incontro pubblico in sala consiliare a Ciriè è stato presentato dalla Smat il piano di opere che prenderanno avvio a dicembre 2019 e che prevedono la realizzazione di un nuovo collettore fognario che allaccerà le borgate e gli insediamenti posti a Sud-Ovest di Cirié, ad oggi privi di fognatura, a monte della Strada Provinciale per Robassomero.

concordiabanner

Al collettore principale si allacciano le diramazioni per la Borgata Carbone in località Fusiera e per via Ricardesco all’incrocio con via Triveri.

Un intervento importante che prevede la realizzazione di 3.500 metri di condotte fognarie e riguarda circa 1.500 persone. Al tempo stesso, approfittando degli scavi per la rete fognaria, verrà colta l’occasione per riadattare circa 3,2 km di impianti di acquedotto verrà infatti sostituita la rete idrica usurata con materiale in ghisa sferoidale ad altissima resistenza e durata.

A fare gli onori di Casa il Sindaco Loredana Devietti Goggia, che ha esordito così: “Oggi per il nostro comune è un momento importante perchè vengono presentati gli imminenti lavori che Smat andrà a realizzare per il nostro territorio, ed è per questo che ringrazio vivamente per essere qui con noi il Sindaco di Robassomero Antonio Massa, Presidente ATO 3 Torinese; il vice Sindaco di Ciriè ed assessore ai Lavori Pubblici Aldo Buratto il Presidente Smat Paolo Romano e l’amministratore delegato della Smat Marco Ranieri. Saluto inoltre calorosamente il presidente dell’unione dei Comuni del Basso Ciriacese Ugo Papurello. Questo è un investimento importante per il nostro territorio infatti verranno messi in campo quasi due milioni di euro per rendere più moderna e funzionale la nostra rete idrica e fognaria. In particolare i lavori di ammodernamento prevedono la sostituzione di 3280 metri di condotte idriche presenti lungo via Triveri, via Ricardesco, Località Barbetti, Località Fusiera, Grange Balma, località Carbone. Le nuove tubazioni seguiranno fedelmente il tracciato di quelle esistenti in loco, garantiranno una migliore portata passando dagli attuali 80 mm a 100 mm. Contemporaneamente agli scavi per la linea idrica verrà realizzato un collettore fognario che allaccia borgate e insediamenti posti a sud ovest del centro urbano di Ciriè, ad oggi privi di rete fognaria. Ringrazio il vice Sindaco Aldo Buratto che in questi mesi si è sobbarcato l’onore di seguire l’iter burocratico di questa importante opera”.

Antonio Massa presidente ATO 3 Torinese ha voluto rimarcare l’importanza di questa opera per il Comune di Ciriè e per quelli limitrofi in quanto sono stati messi in campo sforzi economici non indifferenti in questo momento di grande crisi economica.

bannerdefomac2

Il presidente Smat, Paolo Romano ha commentato: “Le nuove opere che andremo a posare, rientrano in un piano più generale di infrastrutture del territorio ciriacese. Con il primo lotto di lavori conclusosi nel 2017 sono state posate le condotte fognarie nelle borgate Marietta, Bertolone, dei Prati e San Pietro. Ora con l’inizio di lavori nel finire di questo 2019 andremo a realizzare un’importante opera strategica per il territorio “.

In chiusura l’ammnistratore delegato Smat Marco Ranieri ha commentato: “Come ampiamente già fatto osservare da chi mi ha preceduto in autunno, inizierà qusto secondo lotto che presumibilmente si concluderà nel finire del 2020 e che completerà il piano di ammodernamento delle reti e di efficientamento degli impianti con un investimento rilevante di complessivo pari a 1.970.000 euro”.

Ai numerosi cittadini presenti è stata illustrata la planimetria dei lavori che creeranno un po’ di disagi tra i cittadini, ma che sicuramente andrà a migliorare tutto il sistema idrico cittadino.

urbanbanner
bannerorchi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here