giovedì 6 Agosto 2020

TORINO – L’attività della Polizia di Stato nell’ultimo periodo (FOTO E VIDEO)

Arrestati responsabili di rapine, truffatori e pusher

TORINO – Continua l’attività operativa del personale della Polizia di Stato nell’ambito dei controlli ordinari e straordinari del territorio, disposti dal Questore Francesco Messina, con la finalità di prevenire e contrastare azioni delittuose.

[su_slider source=”media: 179286,179285,” limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

L’attività di controllo del territorio svolta dalla Polizia di Stato ha determinato, nell’ultimo mese l’arresto di 173 persone e la denuncia in stato di libertà di 666 persone

Sono state identificate 8074 persone di cui 2495 straniere. I cittadini stranieri espulsi sono 48.

Per ciò che concerne le misure di prevenzione personale, i provvedimenti adottati dal Questore sono stati 74, di cui 56 fogli di via obbligatorio, 9 avvisi orali e 9 ammonimenti, di cui 3 per stalking e 6 per violenza domestica.

Lo stupefacente sequestrato ammonta a oltre 11 kg.

Nell’ambito dei predetti servizi di controllo straordinario 6 sono stati ad alto impatto e sono stati svolti nelle area di competenza del Commissariato Dora Vanchiglia, San Donato, Barriera Nizza, Barriera Milano.

[su_slider source=”media: 175353,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Nella serata di ieri personale del Comm.to Barriera Nizza, coadiuvato da operatori del Reparto Prevenzione Crimine, ha effettuato dei controlli ai locali ubicati nella zona della “movida” di S. Salvario. Sono state identificate 35 persone e controllati 4 esercizi pubblici, fra i quali 2 minimarket dove è stata riscontrata la vendita di alcolici racchiusi in contenitori di vetro dopo le ore 24 ed un bar, dove sono stati sequestrati 3 computer abilitati al collegamento internet e utilizzati irregolarmente per il gioco on line. Oltre 20000 € le sanzioni amministrative elevate. 3 persone sono state arrestate in via Saluzzo: un cittadino egiziano di 21 anni ricercato per tentata rapina in concorso aggravata e 2 cittadini italiani, di 18 e 24 anni, responsabili di rapina aggravata in concorso ai danni di un diciottenne appena uscito da una discoteca nell’area limitrofa alla stazione Porta Nuova.

[su_slider source=”media: 119356,147401″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Complessivamente, l’attività operativa di quest’ultimo mese, ha visti impiegati circa 650 operatori di polizia, ha portato all’identificazione di oltre 1500 persone, di cui 12 arrestate e 12 denunciate.

Qualche giorno fa sono stati arrestati 3 cittadini italiani, 2 uomini e una donna, bloccati proprio mentre consumavano l’ennesima truffa ai danni di una inerme persona anziana, riuscendo, con un collaudato stratagemma, a sottrarle tutti i preziosi che aveva in casa. I tre erano soliti carpire la fiducia delle vittime fingendosi, di volta in volta: persone appartenenti alla loro parrocchia, delegati della banca o delle poste incaricati di cambiare il bancomat ed il relativo Pin, rappresentanti di aziende telefoniche, del gas o dell’energia elettrica, giunti a domicilio per comunicare agli utenti la possibilità di ricevere dei rimborsi di natura economica. I criminali, sempre ben vestiti, per evitare di essere riconosciuti, si avvalevano anche dell’utilizzo di parrucche e variavano spesso le autovetture con cui si spostavano per compiere le truffe.

Nell’ambito del Progetto Medusa a partire dallo scorso anno sono state arrestate 17 persone; 10 i soggetti denunciati. I reati tentati e/o consumati sono stati circa 570.

Da inizio anno gli eventi sono 78.

Le truffe e i furti ai danni di anziani hanno interessato con maggior incidenze il quartiere Mirafiori.

[su_slider source=”media: 179291,179288″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Infine il personale del Commissariato Centro ha tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un cittadino senegalese di 30 anni, irregolare sul territorio nazionale, con precedenti specifici, che riforniva i frequentatori dell’area della Cavallerizza, oggetto di occupazione da parte di varie realtà antagoniste da anni. Il pusher aveva con sé oltre 200 bustine in cellophane con le dosi già preconfezionate: quasi 700 grammi di marijuana e 150 di hashish. A casa sua, gli agenti hanno inoltre rinvenuto e sequestrato 2300 grammi di marijuana, 5 ovuli di hashish, quasi 10.000 bustine di varie dimensioni da utilizzare per il confezionamento delle dosi.

Il personale operante procedeva contestualmente ad un accurato controllo all’interno della porzione dei Giardini Reali di Levante pertinenti alla “Cavallerizza Reale”, traendo in arresto 1 soggetto di cittadinanza senegalese, trovato in possesso di 160 grammi di marjuana e denunciando un suo connazionale per il possesso di uno sfollagente retrattile, per false attestazioni sull’identità personale e per inottemperanza all’ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale.

SCORRERE PER GUARDARE LE FOTO

regioneaprile
NuovaLocandinaPaonessacortinalocandmaggio2fuorirottaloc1locandinacivicoLocandinabrunasso1cofer1Original Marinescortinamaggio2
LocandinaRestatescalprolococinemalocandina agosto ok Res
- Advertisement -
X