domenica 13 Giugno 2021
domenica, Giugno 13, 2021
spot_img

VENARIA REALE – Riparte il coinvolgimento della città con il Bilancio Partecipativo (FOTO E VIDEO)

Realizzare le proprie idee per il bene comune

VENARIA REALE – Dopo il successo dell’edizione 2018 che ha visto il coinvolgimento di più di 1500 venariesi, il Bilancio Partecipativo riparte con la stessa formula dell’anno scorso: solo i cittadini che saranno estratti a sorte avranno la possibilità di partecipare agli incontri e alla progettazione delle loro idee per la propria città.

[su_slider source=”media: 179286,179285,” limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Ai sorteggiati sarà inviata una lettera con i recapiti dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico, a cui confermare la propria adesione, e con il calendario degli incontri, che saranno 5 per ognuno dei tre quartieri. Si partirà dal quartiere Centro Storico e poi Rigola e Salvo D’Acquisto. Le idee che verranno proposte, saranno presentate a tutta la cittadinanza nell’Assemblea pubblica del 20 giugno e sarà possibile votarle fino al 29 settembre. L’organizzazione degli incontri sarà curata dall’Ufficio Partecipazione, dai volontari del GLO (Gruppo di Lavoro Organizzativo), in collaborazione con un soggetto facilitatore.

Dichiara il sindaco Roberto Falcone: «Il fatto che alcuni dei partecipanti alla scorsa edizione siano qui oggi a fare da volontari è la prova che il nostro Bilancio Partecipativo funziona ed è coinvolgente. Il modello di Bilancio Partecipativo di Venaria Reale è un progetto diverso da molti altri a livello nazionale, perché non si limita alla scelta di un’idea, ma guida i cittadini in un percorso attraverso la complessità di amministrare una Città. Li aiuta a comprendere, stimolando la creazione di qualcosa di utile per il territorio. Investire così tanto nella partecipazione vuol dire investire nell’idea stessa di comunità. Le città crescono insieme ai cittadini solo se questi sono cittadini consapevoli».

[su_slider source=”media: 175353,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Cristina Fazari, ex partecipante e volontaria GLO: «Ho aderito al Bilancio Partecipativo dello scorso anno. Allora il tutto mi era oscuro e confuso, poiché non avevo idea di cosa effettivamente avrei dovuto affrontare. Ma la curiosità e la voglia di una nuova esperienza da protagonista, in cui essere parte attiva per la mia città, hanno avuto la meglio. È stato bello fare questo percorso! Nonostante il mio progetto non sia stato tra quelli vincenti, mi ha permesso di conoscere nuove persone, ma soprattutto è stato  bello confrontarsi e progettare insieme qualcosa di utile per la comunità. Proprio perché sono stata felice di questo viaggio che ho fatto l’anno scorso, adesso ho deciso di partecipare nuovamente, ma in veste di volontaria. Sono contenta di supportare i nuovi partecipanti e aiutarli a creare i loro progetti, sperando che a fine percorso siano tutti soddisfatti di questa bella e appagante esperienza».

[su_slider source=”media: 119356,147401″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Candida Saladini, ex partecipante e volontaria GLO, afferma: «L’anno scorso ho ricevuto un lettera dove mi si invitava a partecipare ad un’iniziativa del Comune della mia città. L’ho trovata una interessante opportunità per parlare dei problemi della città e soprattutto del quartiere dove vivo, quindi sono andata molto volentieri alla prima riunione in corso Machiavelli. Da lì in poi sono stata sempre più coinvolta nel progetto, insieme alle persone che mi sono trovata accanto nel percorso di lavoro, con cui, tra l’altro, mi sono trovata bene.Sapevamo che solo un progetto per quartiere avrebbe vinto e questo ci ha spronate a fare bene la pianificazione, in modo da invogliare la cittadinanza a votare per la nostra iniziativa. Sono stata entusiasta di farlo e mi sono anche divertita, grazie al nostro gruppo allegro e scherzoso, tanto che quest’anno mi sono offerta come volontaria per aiutare i prossimi partecipanti. Spero che anche loro si appassionino al progetto, in modo da aiutare a migliorare la nostra città. E auspico che il Comune di Venaria Reale continui con questa bella iniziativa, per coinvolgere la cittadinanza a fare e ottenere qualcosa di concreto. Vedere realizzarsi le proprie proposte, che sono piccoli sogni per il proprio territorio, è una enorme soddisfazione».

[su_slider source=”media: 179291,179288″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

SCORRERE PER GUARDARE LE FOTO

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img