RIVAROLO CANAVESE / FAVRIA – I carabinieri di Rivarolo hanno arrestato padre e figlio, Giovanni e Davide L., 50 e 22 anni, residenti a Favria ritenuti responsabili di furti in serie a negozi. Un altro complice è stato denunciato a piede libero.

[su_slider source=”media: 179286,179285,” limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

I carabinieri hanno scoperto che la coppia con il terzo complice, il cui ruolo è marginale, ha derubato 11 negozi di Rivarolo, nel periodo maggio – dicembre 2018.

Padre e figlio hanno derubato:

–       28 maggio, Rivarolo Canavese: centro commerciale “Urban center” – centro estetico “le Chocolat s.r.l.”si sono impossessati di 1.560 euro e dal negozio di calzature Bata, hanno rubato 10.000 euro;
–       9 maggio, Rivarolo canavese:furto di 459 euro,  negozio “Evos parrucchieri;
–       25 maggio, Rivarolo canavese: centro commerciale “Urban center”;
–       30 ottobre, Rivara: furto di 550 euro e tabacchi per  2.500 euro in danno negozio di tabacchi;
–       14 novembre, Valperga: tentato furto danni scuola di formazione professionale “Ciac”;
–       15 novembre, Front: furto di 150 litri di gasolio;
–       1 dicembre, Rivara: furto di  110 euro in una ditta;
–       16 novembre, Banchette: tentato furto danni negozio calzature “Pittarosso”;
–       26 novembre, Grugliasco, Le Gru, tentato furto danni negozio “scarpe & scarpe;
–       1 dicembre, Valperga:  via Busano, località Rolandi, tentato furto distributore carburanti “Centro calor”;
–       1 dicembre, Busano: furto danni ditta “Siderforge Rossi group s.r.l.”.

Il padre è in carcere mentre il figlio è stato collocato ai domiciliari.

[su_slider source=”media: 175353,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 119356,147401″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 179291,179288″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here