venerdì 25 Giugno 2021
venerdì, Giugno 25, 2021
spot_img

VENARIA REALE – Conferenza sull’operazione “No Web” (FOTO E VIDEO)

Portata a termine dal Nucleo di Polizia Giudiziaria del Corpo

VENARIA REALE – Si è svolta lunedì 18 febbraio, presso la Sala Consiliare del comune di Venaria Reale, la conferenza stampa del Comandante del Corpo di Polizia Municipale, Luca Vivalda, in merito alla brillante operazione denominata No Web portata a termine dal Nucleo di Polizia Giudiziaria del Corpo.

[su_slider source=”media: 179286,179285,” limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

La conferenza stampa, nella sala più importante dell’Ente, si è svolta alla presenza del Sindaco della città Roberto Falcone, che ha assicurato nei confronti dei dipendenti coinvolti l’assunzione di tutti i provvedimenti disciplinari consentiti dalla normativa e dal contratto di lavoro, lasciando intendere che non saranno fatti sconti a nessuno.

Il Sindaco, già nelle comunicazioni al Consiglio Comunale immediatamente successivo alle operazioni, aveva espresso parole di forte preoccupazione per quanto accaduto, garantendo il massimo appoggio istituzionale al Comandante ed ai suoi uomini.

L’attività di indagine, che per la tipologia di alcuni dei reati contestati agli indagati è coordinata dalla Procura della Repubblica di Torino, ha visto in data 7 febbraio scorso l’esecuzione di alcuni provvedimenti restrittivi della libertà personale di tre dipendenti del comune, indagati per pedopornografia, truffa aggravata, peculato e ricettazione.

Un dipendente è stato arrestato ed è ai domiciliari ed altri due sono stati denunciati a piede libero (ad uno di questi è stata applicata una misura cautelare).

[su_slider source=”media: 175353,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Ora, – affermano dalla Diccap (Dipartimento Autonomie Locali e Polizie Locali) non entrando troppo nei particolari della vicenda, peraltro già parzialmente illustrati con il dovuto tatto e riservatezza nella comunicazione del Dirigente della Polizia Locale della città della Reggia, preme qui sottolineare come la Polizia Municipale abbia svolto con dedizione, impegno e sacrificio una serrata indagine che ha portato a risultati eccezionali, nella sua drammaticità evidente.

La Polizia Locale è sempre più impegnata in prima linea nel contrasto dell’illegalità, anche negli Enti dove presta servizio il personale impiegato nelle spesso delicate indagini di polizia giudiziaria, e ad essa sono sempre più insistentemente devolute competenze in materia di sicurezza urbana (vedasi i vari “decreti sicurezza” che hanno contribuito a modificare, nel tempo, le originarie caratteristiche di questa professione, per renderla sempre più rispondente alle necessità ed aspettative dei cittadini, pur tuttavia competenze non ancora accompagnate da una seria riforma della legge quadro di riferimento, datata ormai 1986, del tutto inadeguata ai giorni nostri).”

[su_slider source=”media: 119356,144690,147401″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“L’attività posta in essere ed evidenziata dal Nucleo di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale di Venaria Reale (ma non solo, basta guardare i giornali di tutta Italia per trovare altre brillanti operazioni a volte condotte anche con unità cinofile ed in materie più variegate, come le sempre più numerose operazioni di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti) – proseguono – cozza con una normativa desueta e, diciamolo, con l’idea che di questa professione hanno alcuni suoi appartenenti, per i quali “i Vigili devono fare il loro”, o di alcuni amministratori comunali per i quali “i Vigili non devono fare” attività che erroneamente si ritengono riservate ad altre forze di polizia, dimenticando, i primi, che come nel caso dell’operazione NO WEB questa è iniziata per puro caso e grazie alla sagacia investigativa di alcuni è stata sviluppata con capacità e competenze non comuni, i secondi, che la Polizia Locale ha le stesse identiche qualifiche di polizia giudiziaria degli “altri”, con i quali non si deve, a parere di chi scrive, essere in competizione per vedere chi riesce a primeggiare, ma si deve collaborare lealmente con pari dignità e rispetto per raggiungere il fine ultimo che tutti coloro i quali indossano una uniforme di polizia hanno, cioè lavorare per garantire il rispetto della legalità, ognuno nel rispetto delle proprie prerogative.

E’ anche per questo, per il continuo arrivo di notizie di attività come questa che chiediamo a gran voce che venga attuata nel più breve tempo possibile la riforma della categoria.

Concludiamo complimentandoci con tutti gli Ufficiali, Ispettori ed Agenti che sono stati impiegati in questa brillante operazione e chiediamo al Sindaco, persona onesta e capace, di continuare a dare il necessario sostegno al personale del Corpo che è impegnato tutti i giorni nel raggiungere con sacrificio gli obiettivi assegnati.”

[su_slider source=”media: 179291,179288″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

SCORRERE PER GUARDA LE FOTO

spot_img
spot_img
spot_img