CASTELLAMONTE – Si apre l’Antico Carnevale di Castellamonte, giunto quest’anno alla 67esima edizione.

Questa mattina, domenica 17 febbraio, in sala consigliare, la Pro Loco di Castellamonte, affiancata dall’Amministrazione Comunale, ha presentato le damigelle e i terzieri di questa edizione, nonché il ricco programma.

[su_slider source=”media: 179286,179285,” limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Il Cerimoniere, Onofrio Amore, ha chiamato una ad una le damigelle del 2019; sono: Giulia Ferrari (Rione Torrazza), Alice Fragale (Rione Fontana), Marissa Medaglia (Rione Maglio), Alice Bellino (Rione San Pietro), Milena Peretto (Rione Castello), Agata Giove (Rione Borgo Nuovo) e Amelia Petrison (Rione Pracarano). Alfieri: Jacopo Giovannini e Patrick Scarabello; Clavario, Tazio Alberto.

Primo Alfiere, Pietro, e secondo Alfiere, Aurora.

Presenti alla cerimonia anche i personaggi del 2018: la Pignatera, Simona Bove, e il Primo Console, Dionigi Bartoli.

[su_slider source=”media: 175353,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

La kermesse partirà sabato 23 febbraio alle 20.30, con il corteggio storico (percorso: largo Talentino, piazza Martiri, via Educ, via Romana, via Nigra, piazza Vittorio Veneto) fino alla rotonda Antonelliana, dove si terrà la presentazione dei rioni, dei gruppi ospiti e del Supremo Ordine Bela Pignatera e Consoli, nonché la presentazione della Bela Pignatera e del primo Console 2019. A seguire nomina dei terzieri e delle dame e spettacolo a tema, con partecipazione del “Contado” e dei rioni Castellamonte, sbandieratori di Grugliasco e l’associazione Scrima di Torino.

Presente alla cerimonia anche l’artista Maurizio Grandinetti che, in collaborazione con Guglielmo Marthyn, ha realizzato il simbolo e il piatto in terracotta.

Venerdì 1 marzo, alle 20.30 cena del Carnevale alla Società operaia di San Giovanni; serata allietata da Dj. Sabato 2 marzo dalle 20.30, al Salone Martinetti, Ballo in maschera con premiazione della maschera più bella, di quella più spiritosa e del gruppo più numeroso. Ingresso gratuito; musica dal vivo con i “Discordia”. Domenica 3 marzo appuntamento alle 9.30 con il raduno dei figuranti in piazza Martiri della Libertà, corteggio storico per le vie del paese e rinfresco presso l’abitazione dei personaggi. Alle 10.30 tutti in piazza Vittorio per la presentazione del “Re Pignatun”. Alle 12 si terranno la benedizione e distribuzione dei fagioli grassi alla rotonda Antonelliana. Alle 15.30 appuntamento al salone Martinetti con la festa dei bambini con animazione e merenda offerta della Pro loco. Alle 18.30 nella chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo sarà celebrata la Santa Messa con la partecipazione dei figuranti.

[su_slider source=”media: 119356,144690,147401″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Lunedì 4 marzo alle 20.30 al centro congressi Martinetti, in via Educ, tradizionale supertombola. Martedì 5 marzo, sempre al Martinetti, serata latino con musica dal vivo, ballerini e Dj. Mercoledì 6 marzo, infine, alle 20.30 , la sfilata in notturna dei carri allegorici. Partenza fissata in piazza Generale Romano (Percorso: via Buffa, via Saint Amand, via Nubola, via Roma, via Ex Internati, via Caneva, piazza Martiri della Libertà, via Educ, via Romana, via Nigra, largo Talentino, piazza Martiri, via Educ, piazza della Repubblica). Esibizione del personaggio della Quaresima e successivo rogo del “Re Pignatun”, che segna di fatto la conclusione della manifestazione con i carri allegorici che rientreranno da via Educ, proseguiranno per via Romana, sino all’area mercatale.

[su_slider source=”media: 179291,179288″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here