VENARIA REALE – Il Sindaco di Venaria Reale ha relazionato ieri, lunedì 11 febbraio, come aveva annunciato, circa la brillante operazione condotta dalla Polizia Municipale che ha portato ad un arresto e due denunce nell’ambito comunale, per peculato, truffa aggravata e pedopornografia.

[su_slider source=”media: 179285,147401,” limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Due parole sull’indagine di cui abbiamo appreso nei giorni scorsi. – Ha dichiarato Roberto Falcone – Siamo ancora in attesa che la Magistratura insieme alla nostra Polizia Municipale completino tutti i passi necessari, ci vuole tempo perché è un’indagine molto grande e complessa… per questo motivo non entrerò nei dettagli dell’operazione che saranno ovviamente resi noti appena potremo convocare la conferenza stampa.

Una delle persone coinvolte ha rassegnato quest’oggi le dimissioni, mentre nei confronti delle altre persone interessate saranno adottati tutti i provvedimenti previsti dalla legge. Nell’attesa dei relativi rinvii a giudizio comunico già che il Comune si costituirà parte civile.

[su_slider source=”media: 175353,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Voglio però dire una cosa importante in modo molto chiaro, – ha proseguito – affinché siamo tutti ben consapevoli, qui dentro e fuori, di cosa succederà nei prossimi mesi: questa indagine per Venaria, per la macchina comunale di Venaria e per la sua efficienza, per tutti i cittadini venariesi, per gli amministratori di adesso e di quelli che verranno è un punto di non ritorno che avrà conseguenze a diversi livelli e in molti i settori.

Certo non è Roberto Falcone ad aver condotto le indagini. – Ha detto – Ma rivendico con fierezza di aver dato “carta bianca” al Comandante e ai suoi uomini per fare tutto ciò che era necessario, di aver messo la “pulizia” delle mele marce del comune come priorità numero uno all’interno della delega che mi compete e di essere qui stasera non per appropriarmi di meriti che non ho, ma perché come istituzione pulita è un dovere essere orgogliosi di ciò che la nostra Polizia Municipale ha fatto e ribadire questo orgoglio con quanta più forza possibile.”

[su_slider source=”media: 119356,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Questo è l’inizio di una pulizia che non ha precedenti e che nessuno qui dentro ha mai avuto il coraggio di fare né di appoggiare. Con questa indagine ricordiamo a tutti, e sottolineo “a tutti”, che chi lavora in comune ha l’onore di servire la collettività e per la collettività ha il dovere di essere un esempio trasparente e pulito, non una vergogna fatta di Truffa, Peculato e addirittura di una roba schifosa come la Pedopornografia.

Non è solo una questione di consegnare a un Tribunale persone che sono pagate coi soldi di tutti noi e vengono qui a fare altro. È anche una questione di rispetto per tutti quei dipendenti, tanti, che ogni giorno da anni e anni qui dentro vengono con la voglia di onorare un incarico pubblico, che per troppo tempo sono stati costretti a impegnarsi il doppio anche e soprattutto per rimediare al tempo e alle risorse che alcuni individui hanno sottratto a tutta la comunità. A loro dedico la soddisfazione di aver finalmente iniziato a restituire un po’ di giustizia in questo Comune.

E ha aggiunto: “Venaria Reale è una città che è stata violentata dall’inefficienza. E ai venariesi dedico la rabbia che ho dentro e che credo che sia anche in molti di coloro che in questi anni hanno camminato con me e la giunta. È la rabbia di aver visto perdere una quantità infinita di tempo preziosissimo, di averla vista rimanere indietro senza avere risposte sufficienti perché in questi 4 anni spesso mi avete chiesto: “ma com’è possibile, un anno per una pratica?”, “ma come è possibile che ci si metta così tanto a….?”.

[su_slider source=”media: 179291,179288″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Ecco, – ha concluso Falcone – ringrazio e faccio ancora una volta i complimenti al Comandante della nostra Polizia Municipale, Vivalda, ai suoi uomini per la professionalità e la dedizione cristallina con cui hanno condotto le indagini. Dobbiamo esserne tutti fieri perché è grazie a loro che da oggi e nei prossimi mesi a tutte queste domande potremo finalmente dare tante risposte.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here