domenica 1 Agosto 2021
domenica, Agosto 1, 2021
spot_img

TORINO – Sospesa dal Questore la licenza di una gastronomia a San Salvario

Il locale era diventato un “luogo di contatto” per la consumazione di reati in materia di stupefacenti

TORINO – Nella giornata di ieri, è stato notificato alla titolare della “Gastronomia Senegalese” di via Belfiore, da personale del Commissariato Barriera Nizza, il provvedimento di sospensione della licenza di Pubblica Sicurezza per 40 giorni emesso dal Questore di Torino Francesco Messina.

[rev_slider alias=”paonessa”]

La scorsa settimana, personale della Squadra Volante, aveva notato nei pressi dell’esercizio, movimenti di persone con fare sospetto, tra i quali uno straniero già noto e con precedenti di polizia per reati in materia di stupefacenti. Nella circostanza, alcuni di questi cittadini erano entrati nel locale per uscirne subito dopo.

[su_slider source=”media: 175353,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Alla luce di quanto osservato, i poliziotti avevano effettuato un controllo del locale dove, nonostante la serranda semichiusa, avevano trovato all’interno alcune persone, percependo nell’occasione, nel locale cucina un forte odore di marijuana. Nel corso della perquisizione, gli agenti avevano rinvenuto due fagottini di cellophane contenenti marijuana occultati all’interno di una confezione di farina di grano, riposta all’interno di un armadietto adibito a dispensa alimentare.

[su_slider source=”media: 119356,147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Il locale è risultato essere già stato oggetto in passato di tre procedimenti sospensivi della licenza, ultimo dei quali lo scorso maggio, quando la gastronomia fu chiusa temporaneamente per 30 giorni. Dai diversi controlli effettuati nel tempo, è emerso che il locale è divenuto “luogo di contatto” per la consumazione di reati in materia di stupefacenti, anche per l’accertata presenza all’interno e all’esterno di persone con precedenti di polizia. Alla luce di ciò, il Questore ha emesso un nuovo provvedimento di chiusura per la gastronomia, in ragione della reiterata turbativa all’ordine e alla sicurezza pubblica arrecata dal locale.

[rev_slider alias=”urb”]

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img