TORINO – È da qualche anno che la donna subiva le vessazioni del marito. L’uomo, un cittadino marocchino di 50 anni, pregiudicato, è stato arrestato dagli agenti della Squadra Volante per maltrattamenti in famiglia, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Un matrimonio che durava da 24 anni, 2 figli maggiorenni ed una famiglia distrutta psicologicamente dalla presenza di un padre-marito che diveniva violento dopo abuso da sostanze alcoliche. La donna non poteva più accontentarsi dei pochi momenti sereni, di sentirsi sempre denigrata e di sopportare le violenze fisiche del marito. L’ultima volta era stata colpita al volto dal lancio di un telecomando, e in quella occasione era stata accompagnata in ospedale.

bannerdefomac2
nfimpiantibanner

Nel pomeriggio di domenica, la signora si era rifugiata nella camera del figlio ed aveva cercato di non dare corda al marito attendendo che la sbronza gli passasse; quando però lo stesso si è diretto verso la camera, continuando ad insultare la moglie, il figlio gli ha chiuso la porta in faccia ed ha chiamato la polizia. Quando gli operatori sono giunti presso l’appartamento nel quartiere di Mirafiori Nord, l’uomo, in evidente stato di alterazione psico-fisica da abuso di alcol, ha anche opposto resistenza ai poliziotti con manate al petto e tentando di dare loro diversi calci.

Allianz 2 modifica jpeg
ilbere
Tritapepe

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here