venerdì 22 Gennaio 2021

TORINO – Maltrattata e picchiata dal convivente non lo denunciava per paura: donna trova il coraggio

Arrestato dalla Polizia di Stato

TORINO – Erano mesi che subiva umiliazioni e aggressioni dal suo convivente, ma non denunciava solo per paura.

[rev_slider alias=”paonessa”]

Si erano conosciuti sui social network un paio di anni fa e da subito aveva intrapreso con lui una convivenza nel quartiere Barriera di Milano. Dopo qualche mese la donna ha scoperto che il compagno era assuntore abituale di sostanze stupefacenti e le sue continue richieste di farla finita con le droghe lo irritavano tanto da renderlo violento.

[su_slider source=”media: 175353,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Dopo l’ultima furibonda, lite per futili motivi, la vittima si è convinta, non voleva più subire le violenze di quell’uomo ed ha urlato più che poteva facendolo desistere dalla presa ai fianchi che la teneva bloccata verso la ringhiera del balcone del terzo piano.

Era la pre-vigilia di Capodanno quando dopo aver ricevuto calci alla schiena e alle gambe, dopo essere stata trascinata per i capelli nel tentativo di farle battere la faccia sul pavimento e dopo innumerevoli minacce verbali la donna ha chiamato la Polizia. Gli agenti della Squadra Volante hanno arrestato l’uomo, un italiano di 29 anni, per il reato di maltrattamenti in famiglia.

[su_slider source=”media: 119356,147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[rev_slider alias=”urb”]

Leggi anche...