CASELLE TORINESE – Sabato 22 settembre grande successo per “La Notte Bianca”. Centinaia di persone si sono riversate nelle strade del centro storico per partecipare all’evento organizzato dalla Libera Associazione Commercianti e Artigiani, in collaborazione con il Comune di Caselle.

Le vie Cravero, Guilbert e Torino sono state interessate da dimostrazioni a cura delle scuole di ballo della città. Spettacoli si sono svolti anche nelle piazze Matteotti e Europa. Tuttavia il cuore della manifestazione è stata piazza Boschiassi. Fin dalle 20.30 le persone hanno potuto accostarsi al palco e ballare grazie alla musica proposta dalla coppia di dj Sergio Flash e Chama.

Ha commentato il vice Sindaco Paolo Gremo: “Il successo di pubblico di questa serata ci ripaga dell’amarezza provata sabato 15 settembre quando siamo stati costretti a rinviare l’appuntamento per il maltempo. Caselle ha dimostrato di non essere un paese dormitorio. Nel mese di settembre ben tre fine settimana sono stati dedicati a iniziative di piazza. Si è partiti con il 95° anniversario del Gruppo Alpini. Si è continuato con il mercato “Crocetta Più in Tour” di domenica 16 settembre e si è terminato con “La Notte Bianca”. Il giorno dopo è seguito il “Memorial Marco Rollero”. Nelle prossime settimane si terranno mostre e appuntamenti a cura delle associazioni locali. Inoltre – conclude Gremo – ci stiamo già mettendo al lavoro per programmare le festività natalizie, la fiera primaverile e la prossima “Notte Bianca”.

nfimpiantibanner
coferbanner
gymtonic

Il presidente dell’Associazione Commercianti Luca Marchiori ha, invece, sostenuto: “ Sono considerato il “frontman” del gruppo. Ma dietro ci sono tante persone che operano per allestire e curare i piani di sicurezza che una serata del genere comporta. Mi dispiace vedere ancora alcune serrande chiuse. Mi piacerebbe ci fosse una maggiore risposta da parte dei commercianti locali a questo tipo di iniziative”.

Durante l’evento l’associazione “Guardie a Fuoco di Caselle” ha montato un percorso per bambini, invitandoli a diventare pompieri per alcuni minuti.

ilbere
Tritapepe

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here