ROBASSOMERO – Domenica 3 giugno si è tenuta la manifestazione “Tutti per uno, uno per tutti” a Cascina Oslera.

Il bel tempo ha accompagnato la giornata durante la quale c’è stata la possibilità di organizzare biciclettate ed escursioni nel parco. I bambini sono stati intrattenuti dallo spettacolo dei clown e dai laboratori creativi. Le volontarie hanno accolto i visitatori con dei banchetti in cui sono stati mostrati i lavori floreali svolti nelle settimane passate. Molto ambiti sono stati i cappelli e le magliette della giornata, legati al progetto “Protezione Famiglie Fragili”.

ilbere
coferbanner

Proprio questo è stato l’argomento centrale della giornata. Così è nuovamente intervenuta la dottoressa Silvana Sabbaa: “Siamo alla terza edizione dell’iniziativa. Il progetto è nato all’interno di questa Onlus, ma si sta evolvendo negli ultimi anni alle Regioni Piemonte e Valle d’Aosta, nell’ambito della rete oncologica. Si tratta un’attività importante il cui obiettivo è sostenere le famiglie che affrontano la malattia oncologica sia nell’esordio sia nella fase avanzata che terminale. I nuclei familiari a cui ci rivolgiamo presentano delle fragilità già esistenti come la presenza di minori, anziani, disabili problemi economici e altro ancora. Questo potrebbe impedire di affrontare le cure nel modo giusto. Siamo lieti d’essere ancora ospiti di Cascina Oslera. Ringraziamo l’Ente Parchi per la disponibilità mostrata. La Faro mette a disposizione 4 infermieri e 5 medici nella zona delle valli di Lanzo e del Ciriacese. Contiamo un’ottantina di volontari, di cui quaranta molto attivi. Durante l’anno si occupano dell’assistenza in hospice, del trasporto dei malati e della consegna di materiali per proseguire le cure a domicilio”.

A mezzogiorno è stato servito il pranzo, consumato ai tavolini posizionati nel parco della Mandria. Le bolle di sapone e la musica hanno allietato l’appuntamento. La giornata si è conclusa con l’estrazione a premi.

gymtonic
Allianz 2 modifica jpeg

GUARDA IL VIDEO

GUARDA LE FOTO

Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here