venerdì 5 Marzo 2021

VOLPIANO – Musica della Provenza con strumenti rari

Venerdì 27 aprile alle ore 21 a Volpiano, nella Chiesa della Confraternita dell'Immacolata di via Umberto I, si tiene l'ottavo concerto di Organalia 2018

VOLPIANO – Sarà Volpiano la prossima tappa di Organalia 2018 per il concerto che si terrà Venerdì 27 aprile, alle 21, nella Chiesa della Confraternita dell’Immacolata (Via Umberto I).

[su_slider source=”media: 147401,150947″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Si tratterà di un concerto molto particolare con la partecipazione dell’organista ligure SILVANO RODI e del polistrumentista francese FRANCOIS DUJARDIN per un programma interamente dedicato alle musiche della Provenza che spaziano dal XIII al XVIII secolo. Sarà un’occasione rarissima di ascoltare strumenti quali il fifre (piffero), il galoubet (simile a un piccolo flauto) e il tambourin (tamburo). Afferma Silvano Rodi nella presentazione al cd di Elegia (ELEORG003) Les tambourin provencaux: “Nessun altro strumento potrebbe rappresentare meglio del galoubet-tambourin (i due strumenti vengono suonati insieme) lo spirito musicale della Provenza”.

[rev_slider alias=”maf”]

Verranno eseguite composizioni di Autori Anonimi della Provenza, Severan, Archimbaud, Saboly, Corette e molti altri ancora. Silvano Rodi siederà alla consolle dell’organo costruito da Felice Bossi nel 1856. Ubicato in controfacciata, su tribuna lignea probabilmente coeva, lo strumento è contenuto in una cassa ad unica campata fiancheggiata da paraste binate con capitelli, sormontata da cimasa con coppia di angeli e lira, dipinta di colore bianco, azzurro e giallo, provvista di tenda a sipario per la chiusura del prospetto. Possiede una tastiera a finestra, con 56 tasti e una pedaliera a leggio in noce con 18 tasti.

[su_slider source=”media: 143165,119356,146114″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

I registri sono azionabili mediante manette a spostamento laterale con incastro, disposte in due colonne a destra della tastiera. Le trasmissioni sono meccaniche, di tipo sospeso con catenacci in ferro per la tastiera mentre il corista è 452Hz. Il temperamento risulta essere Vallotti modificato. E’ stato restaurato nel 2003 dalla Pontificia Fabbrica d’Organi Giovanni Tamburini di Crema (CR).

[rev_slider alias=”urb”]

La chiesa della Confraternita dell’Immacolata venne eretta tra il 1734 ed il 1756 su progetto dell’architetto Antonio Maria Lampo (1680-1746), nativo di Camburzano nel Biellese e autore di varie opere di difesa a Torino. L’altissimo campanile è stato sopraelevato nel 1836 su disegno dell’architetto Federico Blancheri. L’interno si presenta a pianta circolare, con uno spazioso coro: il tutto si impone per una diffusa luminosità. E’ affidata al parroco don Claudio Bertero. L’ingresso al concerto che è con offerta libera, si avvale della collaborazione del Comune di Volpiano.

[su_slider source=”media: 144690,132564,139264″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...