CUORGNÈ – «Dopo l’apertura della nuova Casa della Salute e la volontà espressa dalla Regione di voler proseguire nell’acquisto dell’ex ospedale Mauriziano di Lanzo, l’inaugurazione del nuovo pronto soccorso di Cuorgnè è sicuramente un’ottima notizia per tutto il Canavese. Questa è un’ulteriore dimostrazione che i servizi essenziali non solo vanno difesi e mantenuti, ma addirittura potenziati».

ilbere
coferbanner

C’era anche Francesca Bonomo, deputata del Partito Democratico, martedì 17 aprile al taglio del nastro del reparto all’interno del nosocomio altocanavesano. «Una struttura all’avanguardia dopo una ristrutturazione costata oltre due milioni di euro – prosegue Bonomo – in un territorio, quello dell’alto Canavese, considerato per troppo tempo marginale. Ogni anno si contano 17mila passaggi al pronto soccorso: numeri importanti, che devono spingere la Regione e il futuro Governo a continuare ad investire sulla sanità, affinché si possano offrire prestazioni e cure di alto livello. Dopo i disagi creati dai cantieri, oggi si apre una nuova fase: l’auspicio è che l’Asl To4 possa continuare su questa strada, migliorando gli ospedali di Cuorgnè, così come su quelli di Ciriè, Lanzo, Chivasso e Ivrea. Non soltanto dal punto di vista delle strutture, ma anche assumendo nuovo personale, affinché i disagi per gli utenti siano sempre più contenuti».

Il prossimo obiettivo è uniformare le piattaforme di raccolta dati degli ospedali presenti nel Canavese e le Valli di Lanzo.

«Un lavoro importante – conclude la deputata del Pd – poiché in questo modo sarà possibile avere un passaggio diretto di dati e informazioni. Un primo passo verso la telemedicina: visto l’annuncio da parte del direttore generale dell’Asl To4, Lorenzo Ardissone, dell’apertura a luglio del Master universitario a Ivrea, i presidi di Cuorgnè e Lanzo potrebbero diventare due centri di sperimentazione di eccellenza in questo campo».

gymtonic
Allianz 2 modifica jpeg
growupcerimonie

Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here