VENARIA REALE – L’associazione Marinai venariesi, gruppo Mario Cagnassone, ha festeggiato la prima Giornata Nazionale del Mare.

La cerimonia si è svolta presso la sede di via Picco, alla presenza delle autorità civili e militari, è stata preceduta dalla celebrazione della Santa Messa officiata da don Ezio Magagnato e dal ricordo dei caduti in particolare, il presidente dell’associazione Anmi Gabriele Fappiano, ha voluto ricordare il sacrificio dei marinai e onorare i soci defunti. Molte le autorità militari e civili presenti.

ilbere
coferbanner

A rappresentare la Città, il presidente del Consiglio Comunale Andrea Accorsi, i consiglieri di maggioranza, le delegazioni di associazioni d’Arma consorelle e ricreative, come il 296 Model Venaria, gli Alpini i Parà, l’associazione Carabinieri, la Croce Verde il gruppo storico militare “Carlo Emanuele II” e il Sindaco di San Giorgio Canavese, Andrea Zanusso. Al termine dell’alzabandiera il padrone di casa, Gabriele Fappiano e la “super” madrina Maria Di Benedetto, hanno accompagnato gli ospiti a visitare il museo del mare, ricco di reperti e secondo solo a quello di La Spezia. Museo che non parla solo di storia, ma soprattutto di uomini e di vite. Una vera perla di bellezza salvata dall’oblio solo dall’amore e dalla passione dei marinai del gruppo Mario Cagnassone dell’Anmi. I cimeli si trovano in via Aldo Picco 24, una sistemazione decorosa ma, certamente non all’altezza dell’unicità e del valore storico che i vari reperti rappresentano.

 

 

“Ringraziamo l’ associazione 296 Model Venaria, il Centro Alpino Italiano di Venaria Reale, l’Associazione Scacchi e Bridge, l‘Associazione Nazionale Carabinieri, la Pro loco di Altessano e Venaria. – Ha dichiarato Gabriele Fappiano nel discorso ufficiale – Tali associazioni, con noi gemellate dal lontano 2000, hanno consentito, con la loro disponibilità e collaborazione, la realizzazione di questo evento.

Ringraziamo, per aver accolto il nostro invito, il Presidente provinciale Anmi Giuseppe Maretto, il Presidente della regione Nord Ovest, Piemonte, Lombardia, Valle d’ Aosta e Liguria, dei Leoni di San Marco, Fappiano Marco, gli amici dell’ ANMI di Carmagnola e Cuorgnè e tutte le Associazioni d’ Arma e non presenti. Consentitemi un saluto ed un ringraziamento particolare alla nostra Madrina, la signora Maria Di Benedetto che, con il suo grande e fattivo aiuto, ha consentito la celebrazione di questa festa. Salutiamo e ringraziamo per la loro partecipazione il dottor Paolo Dal Cortivo, membro del direttivo del Banco Farmaceutico e la signora Anita Sattanino.”

gymtonic
Allianz 2 modifica jpeg
growupcerimonie

E ha proseguito: “Questa festa, istituita da un recente decreto legislativo, mira a valorizzare il patrimonio culturale, storico ed artistico legato al mare, ponendo in rilievo il contributo del mare allo sviluppo sociale ed economico del territorio nazionale nonché alla diffusione e conservazione delle tradizioni marinaresche della comunità italiana. Pochi hanno piena consapevolezza di quanto importante sia il mare per la nostra Patria. Attraverso di esso avvengono quasi tutti i traffici commerciali di materie prime, prodotti lavorati e derrate alimentari.

I quasi ottomila chilometri di coste della nostra penisola vengono protetti e sorvegliati dalle nostre navi militari e, questo impegno, deve essere da noi illustrato alla comunità.
A tal proposito abbiamo già realizzato e programmato nella nostra sede e presso istituti scolastici, comunità e gruppi, esposizioni didattiche con proiezioni di video, immagini e disegni per portare a conoscenza anche dei Venariesi queste tematiche come dal decreto legislativo.”

Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

“Ma il compito di noi marinai – ha aggiunto Fappiano – non si esaurisce nell’ assolvere a questo impegno. I marinai di Venaria, gemellati con le altre associazioni, in perfetta simbiosi con esse, tendono a fornire alla cittadinanza di Venaria Reale, un contributo concreto di iniziative ed eventi che vengano incontro alle reali esigenze della popolazione. Alla luce di quanto esposto ho pensato di far coincidere la “Giornata del Mare” con la celebrazione del successo ottenuto dai volontari del Banco Farmaceutico con i Marinai di Venaria.
I marinai, con gli altri volontari, hanno speso il loro tempo e le loro energie per consentire, con un atto di pura carità verso il prossimo, a tanti, di potersi curare.”

 

GUARDA IL VIDEO

GUARDA LE FOTO

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here