VENARIA REALE – Il Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” è un eccellenza del settore.

Il Centro ha sede nelle scuderie alfierane della Reggia ed è dotato di laboratori di restauro e scientifici all’avanguardia per poter essere anche luogo di formazione per restauratori grazie a una convenzione con l’Università degli Studi di Torino, che per prima in Italia istituì il Corso di Laurea, oggi quinquennale a ciclo unico, in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali.

ilbere
gymtonic

I laboratori sono il fulcro delle diverse attività legate alla cura delle opere d’arte, ma soprattutto sono luoghi di confronto continuo tra restauratori, storici dell’arte, tecnici scientifici, docenti e studenti. Qui si condividono competenze, si studiano tecniche e materiali, si sviluppano protocolli di conservazione e linee di ricerca e sperimentazione metodologica.

Sono articolati per settori di restauro e di ricerca in base ai materiali costitutivi delle opere d’arte: dipinti su tela; manufatti lignei; dipinti murali; materiali lapidei e superfici dell’architettura; arte contemporanea e design; manufatti tessili; manufatti in metallo, ceramiche e vetro; manufatti cartacei e fotografici.

Al Centro sono stati restaurati i dipinti del progetto “Restituzioni”: VENARIA REALE – Alla Reggia la mostra conclusiva di “Restituzioni (FOTO E VIDEO)

 

 

I laboratori scientifici forniscono supporto diagnostico alle opere studiate e restaurate dal Centro attraverso avanzate teconologie per le analisi non invasive o invasive. Diversi progetti scientifici in partnership con Università ed Enti di ricerca hanno consentito di dotare il Centro di uno straordinario apparato radio-tomografico specifico per le opere d’arte di grandi dimensioni.

Uno degli orientamenti strategici del Centro, fin dagli esordi delle attività nel 2005, è stato rivolto al settore delle arti decorative e in particolare al restauro dei manufatti lignei. Gli arredi, opere dalla complessità strutturale e polimaterica, sono stati oggetto di numerosi interventi di restauro, studi storici e sperimentazioni tecniche. Negli anni si sono privilegiati inoltre i settori dedicati allo studio e alla conservazione delle antichità egizie e dell’arte contemporanea, grazie a progetti di ricerca internazionali e a importanti collaborazioni con Musei e Istituti culturali.

growupcerimonie
Allianz 2 modifica jpeg

Ad esempio, il Centro è partner del Museo Egizio di Torino per numerosi interventi di analisi, ricerca e restauro nel settore della scultura lignea policroma, dei manufatti tessili, dei dipinti murali, dei manufatti in metallo, ceramica e vetro. Le collaborazioni con la Gam di Torino, il Castello di Rivoli, il Museo del ‘900, la Gam di Milano, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, hanno dato vita a stimolanti progetti di approfondimento e studio su opere polimateriche e installazioni e hanno consentito nuovi approcci metodologici per documentare, conservare e restaurare il contemporaneo.

 

GUARDA IL VIDEO

GUARDA LE FOTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.