lunedì 1 Marzo 2021

FAVRIA – Il gruppo di Protezione Civile La Fenice compie 10 anni

Domenica 11 febbraio i festeggiamenti del traguardo raggiunto

FAVRIA – L’associazione Onlus di Protezione Civile La Fenice festeggerà domenica 11 febbraio i 10 anni di attività. Con l’occasione i volontari, assieme al presidente Leonardo Capuano e alle associazioni locali, festeggeranno il traguardo a Favria.

Il programma prevede: alle 10.30 ritrovo presso la Chiesa di SS. Pietro e Paolo; alle 11 Santa Messa con Don Gianni Sabia; alle12 benedizione di tutti i mezzi del gruppo La Fenice presso la piazzetta dell’oratorio con rifresco offerto dai volontari e infine, alle 13, pranzo sociale presso la Desiderata di Agliè.

[su_slider source=”media: 125676,140168″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

L’associazione La Fenice è nata nel dicembre 2007 con il desiderio di allontanarsi dalle strette politiche dell’epoca e distaccandosi dal gruppo comunale locale. I volontari scelsero di fondare un’associazione pienamente autonoma e totalmente autofinanziata grazie al lavoro svolto dai soci. Un traguardo importante quello dei 10 anni, che è a tutti gli effetti una scommessa vinta: oggi l’associazione è diventata un punto di riferimento per il territorio Canavesano e non solo.

Sono molteplici le emergenze affrontate dai nostri volontari: terremoto in Abruzzo, in Emilia Romagna, alluvioni in Liguria ed emergenze piemontesi sono solo alcune delle numerose attività straordinarie che hanno coinvolto i nostri volontari. Il nostro gruppo conta ormai da diverso tempo una collaborazione importantissima con il FAI (Fondo Ambiente Italiano) che ci rinnova completa fiducia da 10 anni, oltre ad aver stipulato anche convenzioni con alcuni paesi canavesani (Lusigliè e Feletto).

L’associazione La Fenice conta inoltre volontari costantemente aggiornati su sistemi di sicurezza e pronto intervento tramite corsi svolti da esperti a livello provinciale e regionale. Una vera e propria sfida quella iniziata nel 2007 dando per primi nel territorio un importante segnale che andava contro corrente.

[su_slider source=”media: 141879,139264,132564″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 119356,116078,109265″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...