domenica 7 Marzo 2021

CIRIÈ – La Lega Nord apre la campagna elettorale, fissando una serie di incontri con i cittadini

CIRIÈ – Tempo di elezioni e quindi tempo di iniziare la campagna elettorale che porterà molti partiti ad affrontare l’esito delle urne del 4 marzo 2018, una data importante dove solo gli italiani che si recheranno alle urne potranno decidere le sorti del nostro Paese.

La Lega Nord che ha programmato una serie di incontri con i cittadini per promuovere Matteo Salvini Candidato Premier Nazionale. Gianfranco Fiore Segretario per le valli di Lanzo del partito che fu fondato da Umberto Bossi, afferma: “ Proprio in questi giorni abbiamo aperto ufficialmente la campagna elettorale per le prossime Politiche, la scelta di iniziare da Cirié non è casuale: iniziamo proprio da qui perché secondo noi il nostro territorio, nel corso di questi anni, è stato un po’ abbandonato a sè stesso; in secondo luogo riprendiamo da dove c’eravamo fermati un anno e mezzo orsono quando avevamo partecipato alle votazioni comunali di Cirié appoggiando il candidato Sindaco Davide D’Agostino.

In questi ultimi anni di governi di centro sinistra abbiamo assistito ad un vero e proprio decadimento, segno di governi sbagliati dove a governare non era un eletto dal popolo ma bensì un elemento deciso da altri, in poche parole non veniva rispettato l’esito delle urne”.

[su_slider source=”media: 125676,140168″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

I punti salienti della Lega Nord sono essenzialmente in primo luogo cambiare la legge Fornero che “ci obbliga ad andare in pensione a 67 anni – prosegue Fiore – un vero e proprio scempio perché in questo modo i nostri giovani non avranno mai modo di trovare un posto di lavoro. La proposta che Matteo Salvini porterà avanti in caso si arrivi a governare questo Paese, sarà 41 anni di contributi oppure con un meccaniscmo di quota 100, ossia 35 anni di contributi sommati all’età anagrafica Secondo punto essenziale e la sicurezza del Paese cioè fermare questo continuo sbarco di profughi, controllando che chi entra abbia realmente i requisiti per stare nel nostro Paese. Terzo punto è la Flex Tax un punto fondamentale per far ripartire la nostra economia fin troppo ferma in questi anni. Se riusciremo a far ripartire l’economia riusciremo a fermare l’esodo verso i paesi dell’Est delle nostre fabbriche che, viste le altre tasse che il nostro Stato applica, si vedono costretti ad emigrare in Paesi dove la pressione fiscale e minore. Poi bisogna far ripartire l’economia locale perché le tante tasse opprimono il territorio e chi non riesce a far fronte a questa elevata pressione è costretta a chiudere. Noi non vogliamo essere razzisti, ma prima dobbiamo dare spazio ai nostri connazionali e cercare di aiutare gli italiani. Fino ad oggi il Governo di centro sinistra ha sempre dato priorità ai migranti lasciando a sè stessi gli italiani”.

I prossimi appuntamenti della Lega Nord sono: sabato 10 febbraio dalle 8 alle 12, a Lanzo Torinese in piazza Peradotto; domenica 11 febbraio a Ciriè in piazza San Giovanni dalle 8 alle 12; sabato 17 febbraio sempre a Ciriè in via Martiri della Libertà dalle 8 alle 12; domenica 18 febbraio presso la Società Operaia di Ceretta di San Maurizio Canavese si terrà un’apericena dove verranno presentati i candidati del territorio. Infine domenica 25 febbraio in via Martiri della Libertà a Ciriè.

[su_slider source=”media: 141879,139264,132564″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 119356,116078,109265″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...