sabato 16 Gennaio 2021

VENARIA REALE – Polo sanitario: il Sindaco Falcone risponde alle dichiarazioni di Saitta

Saitta: "Siamo nei tempi previsti dal cronoprogramma"; Falcone: "Deve rendere conto ai cittadini del ritardo"

VENARIA REALE – “L’Assessore Saitta, invece che assumersi la responsabilità della sua parte di competenza, così come Venaria si è sempre assunta la responsabilità della propria, preferisce schivare e non rendere conto ai cittadini di un ritardo ormai evidente sul quale non ha saputo vigilare.”

[su_slider source=”media: 134413,135052,125676″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

È la risposta del Sindaco Roberto Falcone alle dichiarazioni dell’Assessore Regionale alla Sanità Antonio Saitta, in risposta ad un’interrogazione presentata in Consiglio Regionale.

Saitta aveva affermato:

“I lavori del nuovo polo sanitario di Venaria procedono regolarmente, non ci sono modifiche rispetto al progetto approvato e nemmeno rispetto alla spesa prevista. Ad oggi sono state ultimate le strutture edili e sono in fase di realizzazione le opere impiantistiche, i serramenti esterni e le compartimentazioni interne verticali. Per quanto riguarda le tempistiche – aveva aggiunto l’assessore regionale – si riuscirà rispettare quasi integralmente il cronoprogramma contrattuale che fissa il termine delle opere entro il primo trimestre del 2019, con un minimo scostamento di circa 60 giorni. Il tutto, fatte salve le opere di urbanizzazione a carico del Comune di Venaria, che sono indispensabili per l’apertura e il funzionamento della struttura”

[su_slider source=”media: 134526,132564,133622″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

In completo disaccordo il Sindaco Falcone, che afferma: “Per i venariesi è inaccettabile che mentre la procedura in capo al Comune relativa al parcheggio sta seguendo il cronoprogramma, tutto il resto no, soprattutto dopo le insinuazioni apparse sui giornali durante l’estate. Le affermazioni fatte in risposta all’interrogazione ci risultano dubbie e contraddittorie. Negli incontri di monitoraggio – conclude Falcone – la società regionale di gestione degli appalti ha esposto le difficoltà del cantiere che si sta portando avanti. In più il quadro economico dell’opera approvata in Conferenza dei servizi dagli enti coinvolti è stato successivamente modificato con decisione unilaterale della Regione: non si può dire che nulla sia cambiato”

[su_slider source=”media: 133233″ limit=”100″ link=”image” target=”blank” width=”1600″ height=”220″ title=”no” arrows=”no” pages=”no” mousewheel=”no” autoplay=”0″]

[su_slider source=”media: 134236,134237,110138″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]


[su_slider source=”media: 100996,100993,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 119356,116078,109265″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...