martedì 20 Aprile 2021

CIRIÈ – Numerose iniziative in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne

CIRIÈ – Il 25 novembre ricorre la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, istituita dall’Assemblea Generale dell’ONU per mantenere viva l’attenzione su un tema purtroppo sempre attuale.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

La violenza sulle donne è tra le violazioni dei diritti umani più diffuse al mondo, comprende reati come percosse, abusi, vessazioni, minacce, stalking, stupro, senza dimenticare la violenza psicologica. I rapporti ufficiali dicono che in Italia e nel mondo sono moltissime le donne che subiscono violenza, e che quest’ultima può verificarsi ovunque: dentro le mura domestiche, sul posto di lavoro e per strada.

In Italia tra il 2006 e il 2016 sono stati perpetrati 1.740 “femminicidi”, ovvero uccisioni di donne legate al genere: in più del 90% dei casi il colpevole è il partner o un ex partner, a sottolineare come il fenomeno si correli a una cultura ancora diffusa e radicata nella società e nelle famiglie. Proprio per questo, nel mese di novembre sono state organizzate a Cirié diverse iniziative, introdotte il 6 novembre dall’incontro informativo promosso dalla Città Metropolitana di Torino e rivolto in primo luogo agli Amministratori e alle associazioni del territorio, per potenziare la rete informativa e di accoglienza.

La Consigliera della Città Metropolitana delegata ai diritti, pari opportunità e welfare, Silvia Cossu e il Consigliere di Parità Gabriella Boeri, insieme ad alcune funzionarie, hanno illustrato le progettualità e i supporti offerti dalla Città Metropolitana, dalle reti e dai gruppi specifici, rivolti alle donne vittime di violenza e agli uomini maltrattanti. L’incontro si è svolto in un salone consiliare gremito di rappresentanti dei Comuni e delle associazioni che si occupano di queste tematiche sul territorio.

[su_slider source=”media: 130297,132535,125676,110138″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Altre due importanti iniziative sono in programma per venerdì 24 novembre, nel salone consiliare di Palazzo D’Oria. Alle 17 si terrà l’incontro “Insieme contro la violenza” promosso da Amnesty International nell’ambito di “Cittadini del Mondo 2018” e sostenuto dal Comune. Si parlerà di migranti e violenza di genere, interverrà un esponente di Medici senza Frontiere per presentare la campagna “Milioni di passi” e verranno proiettati alcuni interessanti filmati. Si parlerà quindi di violenza e discriminazione in generale, approfondendo il tema della violenza sulle donne migranti.

[su_slider source=”media: 119356,116078,109265,132564″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Alle 21, sempre in sala consiliare, si aprirà la serata organizzata dall’Amministrazione e introdotta dalla Dott.ssa Rossana Bazzano dell’Equipe multidisciplinare “Gyne” contro la violenza sulle donne dell’ASL TO4, che illustrerà dati ed esperienze tratti dalla sua attività. Seguirà la proiezione del film “L’Amore molesto” tratto dall’omonimo romanzo di Elena Ferrante.

[su_slider source=”media: 130212″ limit=”100″ link=”image” target=”blank” width=”1600″ height=”220″ title=”no” arrows=”no” pages=”no” mousewheel=”no” autoplay=”0″]

“Abbiamo voluto dedicare simbolicamente il mese di novembre alla sensibilizzazione sul tema della discriminazione e della violenza, in particolare contro le donne. – Commenta il Sindaco Loredana Devietti – Ci rendiamo conto che si tratta di un problema ancora grave e che occorre un cambiamento di cultura e di sensibilità diffuso a tutti i livelli, dalla famiglia al mondo della scuola, del lavoro e della vita sociale. Proprio per questo, insieme al Consigliere Delegato alle Pari opportunità Domenica Calza, abbiamo pensato a un percorso di sensibilizzazione e insieme di informazione pratica per chi si trova a vivere queste problematiche: un percorso che proseguirà nei primi mesi del 2018 con tre incontri, ai quali interverranno esperti e testimoni, che potranno quindi dare utili riferimenti per prevenire o comunque contrastare la violenza. Stiamo definendo programma e calendario, ma è già ben chiaro l’obiettivo: sensibilizzare, far conoscere e informare in modo diffuso, per far sì che si verifichi quel cambio di mentalità che porterà, speriamo presto, ad attenuare e, progressivamente eliminare, il fenomeno della violenza di genere, in tutti i suoi aspetti e declinazioni.”

[su_slider source=”media: 100996,100993,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

Leggi anche...

spot_img