domenica 17 Gennaio 2021

RIVAROLO CANAVESE – La Chiesa della Confraternita del SS. Nome di Gesù riapre le porte

RIVAROLO CANAVESE – Al termine di un importante e oneroso intervento di ristrutturazione e di risanamento, durato circa 2 anni, la Chiesa della Confraternita del SS Nome di Gesù verrà riaperta la prossima settimana secondo il calendario di eventi promosso dalla Parrocchia di San Michele Arcangelo, dalla Chiesa Ortodossa e dall’Associazione Amici del Castello Malgrà con il patrocinio della Città di Rivarolo Canavese.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Venerdì 17 novembre ore 20:30 – S. Messa solenne celebrata dal nostro Vescovo e benedizione della Chiesa. Presta servizio per il canto il Coro Polifonico Città di Rivarolo. A cura delle Parrocchie di San Michele Arcangelo e San Giacomo Apostolo;

sabato 18 novembre ore 21:00 – Concerto ABC trio e presentazione dei lavori eseguiti. Ingresso gratuito. A cura dell’Associazione Amici del Castello di Malgrà;

domenica 19 novembre ore 9:00 – Divina Liturgia in rito bizantino celebrata dal Vicario Generale della Diocesi Ortodossa Romena d’Italia. A cura della Chiesa Ortodossa Romena San Giulio Martire di Rivarolo Canavese

[su_slider source=”media: 130297,125676,110138″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Questa chiesa, eretta dalla Confraternita del SS. Nome di Gesù nel XVII secolo e radicalmente modificata in epoca barocca (metà Settecento), è, soprattutto dal punto di vista artistico, uno degli edifici più belli di Rivarolo Canavese.

I lavori, svolti sotto l’egida della oggi Soprintendenze Archeologica Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Torino e diretti dall’Arch. Silvia Vacca hanno comportato:

a) lavori di risanamento con rimozione completa della pavimentazione e realizzazione di vespaio aerato, nonché di risanamento della parte inferiore delle murature ampiamente danneggiate dall’umidità di risalita ;

b) realizzazione di impianto di riscaldamento a pavimento ;

c) realizzazione impianto elettrico

tutti questi lavori sono stati finanziati per maggior quota dalla Chiesa Confraternita del SS Nome di Gesù e parte dalla Comunità ortodossa.

[su_slider source=”media: 119356,116078,109265″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Questo significativo traguardo nel campo della conservazione e della valorizzazione del patrimonio artistico e architettonico della nostra città risulta essere il completamento di un lungo percorso di interventi iniziato nel 1996/1997 con la pulizia e la riapertura al pubblico della chiesa da parte dell’Associazione Amici del Castello di Malgrà, proseguito nel 2009/2012/2013 con il restauro delle tele settecentesche grazie al contributo sia della Fondazione CRT, che di associazioni quali Inner Wheel Alto Canavese e la stessa Associazione Amici del Castello di Malgrà, ma anche grazie ad un cospicuo contributo del dott. Bartolo Borgialli che ha permesso il completamento del restauro delle tele presenti in aula.

[su_slider source=”media: 130212″ limit=”100″ link=”image” target=”blank” width=”1600″ height=”220″ title=”no” arrows=”no” pages=”no” mousewheel=”no” autoplay=”0″]

Nel 2014 si è inoltre provveduto al ripristino del manto di copertura del campanile con sistemazione delle antiche campane e riposizionamento di una mancante.

La chiesa, nel prossimo futuro, ospiterà funzioni religiose sia di rito cattolico sia di rito ortodosso e sarà accessibile per visite guidate e concerti promossi dall’Associazione Amici del Castello Malgrà in collaborazione con le Parrocchie di San Michele Arcangelo e San Giacomo Apostolo

[su_slider source=”media: 100996,100993,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...