BORGIALLO – La quinta edizione del Borgiallo Blues Festival si terrà sabato 8 luglio a Borgiallo. “Siamo molto soddisfatti di essere arrivati alla quinta edizione di questo festival, – afferma l’associazione culturale Diversa-Mente, organizzatrice dell’evento – che di anno in anno raccoglie sempre più consensi e accoglie un numero crescente di pubblico.

Da un’idea nata poco più di 5 anni fa e da 5 ragazzi che si sono adoperati nell’organizzazione, ha preso vita un festival che negli ultimi anni ha contato un numero di spettatori superiore al migliaio e che ha visto sul palco nomi prestigiosi del panorama blues, anche a livello internazionale. Abbiamo sempre mantenuto un’anima originale blues, pensando che bene caratterizzasse il nostro festival rispetto agli altri e, sebbene non sia tra i più popolari, il blues rimane il padre di molti altri generi e conta molti appassionati. Un ringraziamento è d’obbligo -conclude – al Comune di Borgiallo che ci ha sempre sostenuti, agli sponsor che ci permettono di avere un’offerta ampia e curata e a tutti coloro che ogni anno partecipano al festival.”

Advertising App ON 2

Il festival inizia alle 16 con un mercatino di musica ed artigianato e con un intrattenimento musicale, ovviamente blues, per le vie di Borgiallo. Contemporaneamente sarà inaugurata la mostra “Facce da Blues. Ritratti di bluesmen famosi” curata dall’artista Enzo Palombella che ha riprodotto ritratti di musicisti in bianco e nero. Sul palco il primo a salire alle 18 sarà Beppe “Bup” Rainero che terrà un seminario sulla cigar box, uno strumento musicale rudimentale costruito dagli afroamericani nelle piantagioni ed utilizzato per suonare nelle piantagioni.

Ci sarà anche la possibilità di ascoltare e vedere da vicino questi strumenti, grazie all’esposizione a cura di un collezionista e artigiano di cigar box. A seguire ci sarà la presentazione in anteprima del libro “Istrioni e sirene. Grandi voci d’America tra jazz, blues, soul, gospel, country & western, pop e rock’n roll”, edizioni Arcana. Lo scrittore e musicista Luciano Federighi sarà sul palco a raccontare vite di artisti blues e ad ammaliare con la musica. La presentazione del libro è curata dalla Libreria Ubik di Ciriè. A questo punto della serata, si è pronti per immergersi completamente nella musica blues e ci saranno quindi tre gruppi a scaldare l’atmosfera.

Banner_730x100
Original Marines
mafish nuovo 730×100

Il primo gruppo a salire sul palco è un duo molto coinvolgente, Dodo & Charlie. Dodo “Harmonica Kid” Belcastro è un autentico musicista di strada , un talentuoso dell’armonica e della drum-machine a pedali. Carlo Prandi, detto Charlie, è voce e chitarra, strumento che suona da sempre e che l’ha portato a suonare con diverse formazioni a partire dagli anni ’70.

Tornano poi a calcare il palco del Borgiallo Blues Festival i Fratelli Tabasco. Avevano già suonato alla seconda edizione del festival, ma in tre anni di strada questo gruppo ne ha fatta e sono stati tanti i risultati raccolti: un disco, concorsi vinti e tante esibizioni live in Italia. Il loro è sempre un blues “peperonato”, dinamico e trascinante che farà scatenare anche i più timidi. Il gruppo è composto da Boris Tabasco alla voce e armonica, Joe Tabasco alla chitarra, Simone Tabasco alla batteria e Marco Tabasco al basso.

Monalisa Ozegna 700×100 2
Monalisa Ozegna ok 700×100

E arriviamo all’artista principale di questa quinta edizione, un grande nome del panorama blues a livello mondiale: Bob Malone Band. Bob Malone è un virtuoso dei tasti, ha suonato con artisti di altissimo livello, come Ringo Starr e Bruce Springsteen, e dal 2010 si esibisce insieme a John Fogerty, leader dei Credence Clearwater Revival. Ha all’attivo 7 album, un’enormità di premi e riconoscimenti e può contare concerti in tutto il mondo.

Il suo stile mischia il rock’n roll con elementi della scena di New Orleans e Detroit, due città che hanno visto nascere il blues. Quest’estate, durante la tournée in Europa, Bob Malone sarà voce e piano e sarà accompagnato da una band così formata: Stafano Sanguigni alla chitarra elettrica, Mario Guarini al basso e Edoardo Tancredi alla batteria e cori. Come da tradizione ormai, dall’una il festival si concluderà presso La Piola di Borgiallo con una jam session blues aperta a tutti.

Associazione Primo Contatto definitivo 700X100

GUARDA IL VIDEO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here