domenica 17 Gennaio 2021

VENARIA REALE – La Compagnia Teatrale “I Retroscena” presenta il progetto “VeNOIRia – Venaria Reale in giallo”

VENARIA REALE – Si respira aria nuova a Venaria Reale in tema di teatro, con proposte che giungono dal fervente tessuto associazionistico e di volontariato che caratterizzano la città e che sono indubbiamente un patrimonio da curare.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

Il nuovo progetto dell’Associazione culturale e teatrale I Retroscena (associazione senza scopo di lucro che dal 1995 si occupa di promuovere il teatro come luogo di espressione e di

crescita personale e sociale, articolando la sua attività su più livelli), nasce per offrire ai cittadini di Venaria Reale e non solo, un percorso di avvicinamento al genere NOIR piacevole ed avvincente attraverso l’invito, concentrato in una settimana, ad una serie di incontri, spettacoli teatrali e presentazioni di autori collegati al tema in oggetto: il giallo.

La scelta è quella di partire quest’anno con un percorso sperimentale, che si svolgerà dal 13 al 18 giugno 2017, che propone un’offerta spalmata su quattro serate, per arrivare nei prossimi anni a realizzare un vero e proprio festival del Noir, dando continuità all’iniziativa, arrivando a coinvolgere in modo attivo scrittori e associazioni provenienti da varie regioni italiane, aperto a tutte le fasce d’età che proponga attività anche in collaborazione con i ragazzi e i bambini delle scuole del territorio.

[su_slider source=”media: 110138″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

L’idea portante è quella di approdare in futuro alla creazione di un programma il più possibile variegato, che veda uniti appuntamenti letterari, teatrali, cinematografici e di animazione, utile ad allargare la conoscenza e ad incontrare nuove ed interessanti realtà.

Dal punto di vista della location, la volontà è quella di provare ad utilizzare anche spazi poco noti, scegliendo ambienti interessanti, nati magari con una “vocazione” anche molto diversa. Ciò allo scopo di dare visibilità pubblica a luoghi sconosciuti, ma particolarmente suggestivi. Per quel che riguarda gli eventi, cuore del progetto sarà la realizzazione di uno spettacolo teatrale, ogni anno dedicato ad un grande autore della letteratura Noir, da presentare al pubblico in una versione “itinerante” all’interno delle grandi ville d’epoca, pubbliche o private, presenti sul territorio venariese (la Reggia, Villa Laghi, Appartamenti Reali, Villa Rossi, ecc.), alla cui storia verrà dedicata una specifica serata all’interno del programma. Per quest’anno sarà protagonista come location Villa Lanza. L’ingresso alla rassegna è libero, su prenotazione.

[su_slider source=”media: 109265,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

L’assessore Antonella d’Afflitto, con deleghe alla Cultura, Turismo, Associazionismo e Volontariato, afferma «Il programma di questa prima edizione della rassegna teatrale in “VeNOIRia – Venaria Reale in giallo” ha qualcosa di magico. Una serie di combinazioni e grande lavoro che hanno unito soggetti virtuosi, a cominciare dall’Associazione culturale e teatrale I Retroscena fino al dottor Emilio Lanza, che personalmente e a nome dell’Amministrazione, ringrazio per la sua disponibilità ad aprire la sua casa ai cittadini e a tutti quei curiosi e studiosi che hanno il piacere della conoscenza».

Infine, alcune curiosità sul logo dell’iniziativa. È stato studiato sul gioco del termine francese NOIR all’interno del nome della città di Venaria Reale. Un brand che si presta a diventare il simbolo dell’evento e che potrà essere richiamato ogni qual volta si riterrà opportuno valorizzare un’iniziativa il cui contenuto richiami il genere, anche inserita in diversi contesti o programmi.

[su_slider source=”media: 100996,100993,100995″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Dichiara la presidente dell’associazione culturale e teatrale I Retroscena, Monica Vietti «Quanto ci ha mosso nel promuovere questo progetto rientra nella missione dell’associazione che, attraverso l’arte del teatro, concretizza azioni di intervento rivolte al mondo scolastico, attraverso la realizzazione di spettacoli e laboratori teatrali a scopo educativo, la collaborazione con Enti pubblici ed Enti no-profit. In specifico, la realizzazione di rassegne teatrali, di spettacoli mirati a temi di interesse sociale, di rappresentazioni legate alla valorizzazione della cultura, della storia e delle tradizioni locali, avvalendosi quasi esclusivamente di produzioni proprie, rappresentate nei teatri, ma molto spesso, anche in luoghi “diversi” e suggestivi: giardini, piazze, strade e cortili. Con questo progetto, quindi, credo che l’obiettivo primario sia stato raggiunto: la promozione della cultura locale, come valorizzazione per la crescita degli individui e della collettività».

IL PROGRAMMA DELLA PRIMA EDIZIONE

Martedì 13 giugno 2017 ore 21

Ristorante Convivium –Via Boglione, 1/5, cortile interno.

Incontro con l’autore. Enrico Pandiani presenta: “Una serata con il mistero: digressioni sui racconti di Edgar Allan Poe”.

Enrico Pandiani: autore torinese, fin dalla più tenera età tiene in mano una matita o un pennarello o un pastello con i quali disegna tutto il giorno. Crescendo, questa passione diventa un hobby a tempo pieno e in seguito una professione. Apre nel 1989 uno studio di grafica con un socio. Intanto scrive.

Nel 2009 pubblica Les italiens, il primo romanzo della saga dedicata al commissario Mordenti, dopo altri tre libri dedicati alla sua squadra Les italiens, nel 2012 pubblica l’ultima avventura, Pessime scuse per un massacro (Rizzoli). La donna di troppo (Rizzoli), giallo pubblicato nell’aprile del 2013, inaugura una serie tutta nuova che vede come protagonista la detective privata Zara Bosdaves. Una pistola come la tua (Rizzoli), pubblicato nel 2016, è il suo ultimo romanzo.

Mercoledì 14 giugno 2017 ore 21

Biblioteca Civica Tancredi Milone – Via Verdi 18

1842 – 1950 La famiglia Lanza attraverso un secolo di storia. Storia della conceria venariese. A cura di Emilio Lanza.

Era il 1842 quando la famiglia Lanza di Fobello, notai del piccolo paese della Valsesia, comperarono la conceria di via Mascia Quirino a Venaria Reale, sancendo così l’inizio di un legame che, dopo oltre un secolo, continua ancora oggi. Un secolo di storia industriale, 1850-1950, di cui la casa rimane a preziosa testimonianza per la Città di Venaria Reale e per l’intero paese.

Sabato 17 giugno 2017 ore 11

Locali ex biblioteca – Via Mensa 34

“Il piccolo noir”, laboratorio di lettura e di disegno ispirato ad un racconto di E.A. Poe. Per bambini dagli 8 ai 10 anni.

Liberamente ispirato al racconto “Il gatto nero” di E.A. Poe, il laboratorio di lettura, interattivo, prevede momenti di narrazione interpretati da 3 attori e momenti di interazione creativa con i bambini.

Venerdì 16 e Domenica 18 giugno 2017 ore 21,00/22,00/23,00

Villa Lanza – Via Mascia Quirino 11

Spettacolo teatrale itinerante “La fuga da Casa Usher”, liberamente ispirato al racconto di Edgar Allan Poe. a cura dell’Associazione Culturale e Teatrale I Retroscena.

Spettacolo itinerante all’interno delle stanze e del giardino di Villa Lanza, con prenotazione obbligatoria, al quale il pubblico parteciperà suddiviso in gruppi di circa 30 persone su tre orari differenti.

Per informazioni e prenotazioni:

Città di Venaria Reale – Ufficio Eventi

eventiturismo@comune.venariareale.to.it

tel: 0114072105 – 0114072230

Leggi anche...