martedì 13 Aprile 2021

RIVAROLO CANAVESE – Riparolium interroga sui profughi; Rostagno: “Nessun nuovo arrivo” (VIDEO)

Rivarolo ha già superato il numero di ospiti previsti dalla Prefettura

RIVAROLO CANAVESE – “Nessun altro richiedente asilo in arrivo a Rivarolo”.

Ad affermarlo il Sindaco Alberto Rostagno, ieri sera durante il Consiglio Comunale, in risposta all’interrogazione presentata dal gruppo di opposizione Riparolium

L’interpellanza nasce dai numeri forniti dalla Prefettura circa gli arrivi di richiedenti asilo nei vari comuni.

«Si trattava praticamente di numeri statistici – ha spiegato il primo cittadino – Rivarolo aveva come numero 32, ma il significato non era che sarebbero arrivati 32 nuovi ospiti, bensì è il numero che la città dovrebbe ospitare.»

Invece sono 101 (sarebbero 128 ma 27 sono segnati pur non essendo fisicamente in città), numero ben più alto delle previsioni della Prefettura.

Nell’interrogazione, a firma del capogruppo Aldo Raimondo, si chiedeva, oltre al numero dei richiedenti asilo dell’Hotel Europa, con quali modalità il Sindaco si è interfacciato con il Prefetto, se è stata individuata una struttura più idonea e quali soluzioni è intenzionata ad intraprendere l’Amministrazione comunale.

Rostagno ha raccontato fin dall’arrivo di 56 richiedenti asilo, i primi a Rivarolo, nel maggio 2011, sottolineando che arrivarono non su richiesta della Prefettura, ma perchè un imprenditore rivarolese aveva partecipato al bando, quando ancora non c’era la Cooperativa Isola di Ariel a gestirli.

«Alcuni funzionari della Prefettura – ha raccontato il Sindaco – sono venuti lo scorso novembre per effettuare un’ispezione e ci hanno detto che è tutto regolare. Quando ho avuto notizia di possibili nuovi arrivi a cura di un’altra realtà differente dalla Cooperativa Isola di Ariel, mi sono interfacciato con il vice Prefetto spiegando che secondo l’amministrazione non fosse corretto mandare nuovi ospiti, in quanto a Rivarolo c’è già un numero ben più elevato di quanti dovrebbero essere. Difatti non sono arrivati.»

«C’è stato un incontro tra i Sindaci e il Ciss38 – ha aggiunto il vice Sindaco Edoardo Gaetano – ed è stato chiesto al Ciss 38 di comunicare al Prefetto che il territorio ha già ampiamente soddisfatto le esigenze.»

Raimondo ha sottolineato l’insicurezza in cui vivono i cittadini già da qualche anno, e Rostagno gli ha risposto che non sono giunge segnalazioni al riguardo da parte dei cittadini.

«Ho comunque chiesto al Prefetto – ha concluso il primo cittadino – un incontro con tutti i 46 Sindaci della zona omogenea, per parlare anche di sicurezza.»

GUARDA IL VIDEO

[su_slider source=”media: 100996,100993,100995″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 99550,100976,100975″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...

spot_img