lunedì 14 Giugno 2021
lunedì, Giugno 14, 2021
spot_img

VENARIA REALE – Co.Di.Ci: “I regolamenti vanno rispettati anche nei campi nomadi” (VIDEO)

Il comitato ha raccolto migliaia di firme e documentato la situazione

VENARIA REALE – Sono migliaia le firme raccolte a Venaria dal “Co.Di.Ci” ovvero il  Comitato dei Cittadini nato per affrontare i problemi che si vivono tutti i giorni in città.

Tra questi  la presenza  del campo nomadi di strada dell’Aeroporto, che continuamente invade di fumo nauseante, rendendo  irrespirabile l’area di  Venaria, Borgaro e una parte di Torino Nord arrecando gravi conseguenze di salute e  disagi, come quella di non poter aprire le finestre in estate per non trovarsi la casa invasa da fuliggine.

“E’ dal 2008 che sollecitiamo le forze pubbliche e le Istituzioni per far si che si facciano rispettare quei regolamenti vigenti per gestire in modo migliore questi accampamenti – denuncia Dario Picatti, presidente dei “Co.Di.Ci”- premetto che non siamo un comitato razzista, chiediamo unicamente che vengano  rispettare le leggi previste per i campi nomadi come fanno in ogni parte d’Europa”.

Il Comitato nasce il 18 giugno su sollecitazione di alcuni  cittadini, che abitano intorno all’accampamento di Strada Aeroporto: “Un ricco dossier,  contenente  foto e video che mostrano chiaramente i fumi tossici e correlato da documentazione mediche  per capire quanto sono nocivi per la salute è pronto da inviare in Procura, al Ministero della Salute e alla Comunità Europea”.

La comunità europea ha stanziato alla città di Torino dei fondi per la gestione dei campi e ora il neo comitato vorrebbe capire dove questi soldi siano finiti. “Il Comitato – conclude Picatti – avrà un ampio spettro di vedute per affrontare i problemi della quotidianità, e sancire il diritto dei cittadini”. Intanto con noncuranza all’accampamento si continuano a vedere  fusti contenenti sostanze tossiche oli esausti e una  quantità enorme di rifiuti di altra natura tra cui gli  pneumatici, televisori e carcasse di frigoriferi. Tutti oggetti che quando vengono dati alle fiamme rilasciano nell’aria polveri contenenti agenti chimici patogeni. Infatti secondo i medici consultati dal neonato Comitato l’incidenza di tumori nelle vicinanze di Campi Nomadi è doppia, rispetto al normale.

GUARDA IL VIDEO

GUARDA LE FOTO

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img