giovedì 20 Gennaio 2022
spot_img
spot_img

BOSCONERO – Quando la Scuola fa Arte

BOSCONERO – Da molti anni gli allievi delle classi dell’I.C. Gozzano mettono in scena commedie teatrali che tentano di elevarsi dalle semplici recite scolastiche offrendo spettacoliin grado di coinvolgere un pubblico più vasto delle sole famiglie degli allievi.

Quest’anno due classi della scuola primaria di Bosconero con la regia del maestro Rino Coppola che è anche autore dei testi, rappresenteranno presso il Teatro di Bosconero la sera del 10 Giugno alle 20,30 due opere molto diverse tra loro.

I piccoli attori della II B, coadiuvati dalle insegnanti Anna Bracco e Maria Teresa Gallo racconteranno una storia delicata e suggestiva intitolata “Il Drago di Ghiaccio“. Si tratta di una lettura espressiva che a tratti diventa dramma recitato, accompagnato da musiche e immagini per scivolare in un clima fiabesco e incantato.

I piccoli attori della II A, che sono stati aiutati dalle insegnanti Jenny Cocozza e Emanuela Pellegrino, rappresenteranno una commedia dal titolo “Le pietre di Luce”. Il tema è ecologico: dietro la Montagna e le sue risorse che sovrasta un piccolo villaggio di boscaioli cacciatori e lavandaie, si cela il nostro pianeta, maltrattato e sfruttato, con il quale dobbiamo fare i conti, perché come dice uno dei protagonisti della vicenda: “Non si può sempre prendere senza mai dare nulla in cambio”.

Al di là dello scopo didascalico e didattico c’’è nei lavori del regista e autore il desiderio di confezionare opere teatrali piacevoli, divertenti e artisticamente significative.

A credere nel progetto “Teatro in classe” c’è l’I.C. Gozzano, il Comune di Bosconero l’associazione di genitori L’Albero Amico” e i gestori del Teatro di Bosconero “L’Officina dell’Arte”.

Prezioso anche l’aiuto di molti genitori.

Inoltre, L’impegno di Rino Coppola proseguirà domenica 12 giugno al Castello Malgrà dove alle 21.00 saranno in scena ragazzi della scuola media con un’altra commedia uscita dalla penna del nostro insegnate regista e scrittore: “Emigranti”.

Un’opera a tratti comica, in altri drammatica, sempre evocativa e nata con l’idea di far riflettere tutti, giovani e vecchi, perché come leggiamo sulla locandina “Si può ridere, si può piangere, ma non si può dire …io non c’entro.”

La vetrina sarà quella della Rassegna “Nessuno Escluso” promossa dalle Scuole del Canavese in rete, dal Comune di Rivarolo e dall’ass. Amici del Castello.

Per tutti gli approfondimenti: www.obiettivonews.it

[su_custom_gallery source=”media: 74507″ limit=”100″ link=”custom” width=”730″ height=”100″ title=”never”]GUARDA LE FOTO[/su_custom_gallery]

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img