martedì 24 Novembre 2020

POLITICA – Intervista esclusiva a Lorenzo Guerini (Tribunapoliticaweb)

POLITICA – Lorenzo Guerini ha da poco compiuto 49 anni e ha una lunga carriera politica.

Prima per 9 anni presidente della provincia di Lodi poi sindaco per 7 anni della stessa città. Dal 2013 eletto deputato con il Pd e poi vicesegretario del partito. Come amministratore locale si è

Lorenzo Guerini – recente foto Ansa

guadagnato il rispetto anche delle opposizioni. Con Renzi forma un tandem finora inossidabile. Guerini diplomatico che però non fa mancare spunti anche polemici, tiene le redini dell’organizzazione del partito. Lo abbiamo incontrato a Belgioioso (Pv) nel corso di una affollata riunione della provincia pavese del Pd. In questi giorni è stato rilanciato il tema del doppio incarico. La minoranza dem ha una strategia simile alla guerriglia. Spento un fuoco se ne accende un altro. E sul tema Guerini è netto “Non devono esistere polemiche sul doppio incarico di Renzi visto che lo Statuto del nostro partito lo prevede. In questo particolare momento – aggiunge -il governo è impegnato con tutte le proprie energie anche sul piano internazionale. Per questo riteniamo che sfumature che fanno parte del dibattito politico relativamente alle fibrillazioni interne del Pd vadano messe da parte”

Ma la minoranza dem non demorde e sulla situazione del partito insiste parlando di necessità di riorganizzazione. Arrivano anche da fuori colpi di cannone come quello di Prodi che afferma: “i partiti e le istituzioni non esistono più in Italia. Il sindacato tanto meno”. Che ne pensa Guerini? “Non credo sia così, almeno per quanto riguarda il Partito Democratico, che è l’unico presente sul territorio con 6.500 circoli” Sul tesseramento però ci sono state polemiche interne nei mesi scorsi e ancora riaffiorano. “A ballisti e nostalgici di quando il Pd riportava risultati non proprio esaltanti, ricorderei che il numero degli iscritti di quest’anno è in linea con quello dello scorso anno, 366mila. A chi gioca i numeri Pd al lotto ricordo che nel 2012 gli iscritti erano 477mila e non 800mila o altre traveggole interessate. Che il Pd con la segreteria Renzi ha ottenuto il 2 per mille di 550mila persone, record assoluto per un partito forte, il primo partito europeo per numero di voti. E devo aggiungere che solo il 10% di chi ha devoluto al Pd il 2 per mille è iscritto al Partito. Se si fanno i conti è un grande risultato e io penso che chi ha deciso di contribuire in questo modo è parte del partito, certo in un’altra forma ma l’adesione è evidente. In realtà quello che non si vuole capire è che in Occidente, specie in Europa si sta modificando la forma partito e le cose stanno cambiando. Dobbiamo lavorare per costruire un’identità forte che sappia valorizzare il lavoro fatto per realizzare l’intuizione originaria del Pd. Una grande forza del centrosinistra riformista che sa assumersi fino in fondo la sfida del Governo”

Ma tra le anime che hanno costituito il Pd c’è anche chi – pur essendo stato al Governo – ha poi deciso di uscire dal partito e inseguire un’unità a sinistra della sinistra che, a dire il vero, in Italia ha dato sempre risultati esigui. Fassina è “sceso in campo” come candidato sindaco di Roma. E’ una scelta che vi fa paura? Il vicesegretario del Pd non ha esitazioni: “Non abbiamo paura. Sottolineamo solo che questo tipo di scelte hanno come unico risultato quello di favorire la destra. Una storia già vista. E’ quello che vogliono?”

di Dario Tiengo (tribunapoliticaweb.it)

 

Original Marines

Per il tuo Natale...

- Advertisement -

Leggi anche..

POLITICA – L’On Ruffino chiede al Governo un DPCM per la stagione sciistica

POLITICA - “Poche e chiare regole, da applicare subito per salvare la stagione sciistica che non è solo il divertimento di chi va a...

CASTELLAMONTE – Riapertura dell’ospedale: le dichiarazioni del Consigliere Dionigi Bartoli

CASTELLAMONTE – Il Consigliere di opposizione del Comune di Castellamonte, Dionigi Bartoli (Viviamo Castellamonte) ha un approccio concreto nei confronti della diatriba che in...

PIEMONTE – Bonomo (PD). “Con il Decreto Ristori un aiuto concreto dal Governo”

PIEMONTE – Soddisfatta della celerità del Governo che ha dato “Un aiuto concreto a migliaia di esercizi commerciali chiusi nelle zone rosse del Paese”,...

CANAVESE – L’appello del consigliere Mauro Fava: “Rispettate le regole”

CANAVESE - Il consigliere regionale cuorgnatese della Lega Mauro Fava lancia un appello alla popolazione, alla luce delle ultime rilevazioni dell’unità di crisi regionale...

PIEMONTE – Stecco: “Momento difficile per il Piemonte, rivolgiamoci alle ONG”

PIEMONTE - Preoccupato per il Sistema Sanitario e la situazione negli ospedali, anche il Presidente della Commissione Regionale Sanità Alessandro Stecco (Lega Salvini Piemonte),...

Ultime News

TG Canavese e Torino – Le notizie di martedì 24 novembre 2020

In questa edizione: TORINO – Favorivano l'immigrazione clandestina: 8 misure cautelari e 67 denunce; AGLIÈ – Covid: decesso in paese; il cordoglio del Sindaco;...

CORONAVIRUS – I bollettini di oggi martedì 24 novembre (VIDEO)

CORONAVIRUS – Nei bollettini di oggi risultano registrati in Italia 23.232 casi positivi mentre i decessi sono saliti a 853. Il Ministero della salute...

VENARIA REALE – Covid: Giulivi aggiorna sulla situazione; saliti a 20 i decessi alla “Piccola Reggia”

VENARIA REALE – Fabio Giulivi, Sindaco di Venaria Reale, ha fatto il punto sulla situazione pandemica in città. “Ad oggi i positivi nella nostra Città...

CANAVESE – Stabile la percentuale di ricoverati in terapia intensiva e semi-intensiva

CANAVESE – Resta stabile la percentuale di persone ricoverate in terapia intensiva e semi-intensiva negli ospedali del Canavese, al 16%. Il numero totale di ricoveri...

AGLIÈ – Covid: decesso in paese; il cordoglio del Sindaco

AGLIÈ – Il Sindaco Marco Succio ha comunicato oggi, martedì 24 novembre, che nelle scorse ore si è verificato purtroppo un decesso causato dal...