BRANDIZZO – Il Gruppo di minoranza Alternativa Civica ha chiesto ufficialmente al Consigliere Comunale Alessandro Barbera di dimettersi.

Tutto nasce dalla diffida che il Consigliere Barbera pare abbia ricevuto dal Segretario Comunale, per aver pubblicato una cartina online.brandizzo-municipio

Alternativa Civica spiega così la questione:

“In data 16 marzo 2015 la giunta comunale ha approvato la delibera n. 44 ad oggetto “Brandizzo più sicura. Approvazione progetto per l’installazione di videocamere di sorveglianza sul territorio comunale”, una delibera assolutamente priva di allegati.

La posizione del consigliere di maggioranza e capogruppo Alessandro Barbera è alquanto deplorevole: in merito al Progetto Sicurezza approvato dalla giunta comunale il consigliere Barbera ha realizzato un documento inesistente, con tanto di logo ufficiale del Comune di Brandizzo, logo ufficiale del Centro Commerciale Artigianale Naturale di Brandizzo, riferimenti chiari al Palazzo Comunale con indirizzi, numeri di telefono e fax, riferimenti al sito ufficiale del Comune di Brandizzo, alla mail ufficiale dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Brandizzo; ha falsificato della documentazione per pubblicarla on line e sui social network a fini ed utilizzo privati, a proprio uso e consumo senza alcuna autorizzazione o meglio e per chiarezza ad uso, consumo e vantaggio del gruppo consiliare Brandizzo Decimum, in quanto il consigliere è appartenente ad un gruppo consiliare e non può agire per nome e per conto dell’amministrazione utilizzando loghi ufficiali, simboli ufficiali, indirizzi, in documenti, in questo caso addirittura inesistenti.

Il capogruppo di maggioranza Barbera ha ricevuto dal segretario comunale una diffida per aver pubblicato la cartina on line e aver commesso un reato penale, quello di falso in atto pubblico. “

Il capogruppo di Alternativa Civica, Giuseppe Deluca, afferma:

“Si parla tanto di trasparenza, correttezza e legalità, da parte dell’amministrazione, ma quando queste non vengono rispettate dal capogruppo di maggioranza che compie un illecito penale falsificando della documentazione, ammettendolo sui social, la situazione è veramente grave e fatto ancor più grave è che il capogruppo agisce per nome e per conto del gruppo di maggioranza Decimum. Ci aspettiamo dal primo cittadino una seria e severa presa di posizione. Chi tanto vuole insegnare agli altri cominci da se stesso!

La trasparenza amministrativa e la legalità sono la bandiera di Alternativa Civica e continueremo a portarle avanti con orgoglio e dovrebbero essere il fulcro principale di ogni amministrazione comunale.

Alternativa Civica chiede le dimissioni del consigliere comunale e capogruppo di maggioranza Alessandro Barbera per aver compiuto un grave reato penale di falsificazione di atti pubblici violando gli articoli 476 e 478 del codice penale e per manifesta incapacità nell’esercitare le proprie funzioni.

Ci riserviamo di denunciare il reato penale perpetrato dal consigliere Barbera alle autorità competenti ed in particolare al Prefetto ed alla Procura della Repubblica”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here