RIVAROLO – Dopo il Giro d’Italia, in Canavese potrebbe arrivare il Tour de France.

La candidatura per la tappa a Ceresole del Tour de France del 2016, è stata presentata, lunedì 23 marzo, presso la sala consiliare di Rivarolo.tour-de-france-2

Rivarolo si candida non soltanto per il passaggio, ma per una giornata di “riposo” in città.

Idea che potrebbe certamente incentivare a livello turistico il territorio.

Il costo di un’iniziativa del genere non è certo indifferente: circa 300mila euro, che arriverebbero da privati senza accordi diretti con le amministrazioni locali. Il sindaco di Ceresole Reale ha assicurato che c’è già una cordata di imprenditori pronti a finanziare l’impresa.

Alla conferenza era presente anche Alberto Avetta, vice Sindaco della Città Metropolitana che ha sottolineato l’appoggio della Città metropolitana per un obiettivo considerato strategico per sviluppare il turismo.

Qualcuno tra i presenti ha sollevato la problematica inerente la strada diretta a Ceresole, che taglia fuori la galleria. Strada che ha necessità di essere ripristinata poiché da quindici anni risulta essere impercorribile, nonostante diverse raccolte firme. In caso di chiusura d’emergenza della galleria, non potendo utilizzare questa strada, Ceresole resterebbe isolata.

tour-de-franceAvetta, concorde sull’importanza di quell’accesso, ha spiegato che la galleria era stata costruita tra gli anni ’60 e ’70 proprio perchè, vista la caduta massi in zona, la strada era pericolosa. «Si potrebbe realizzare una strada ciclo-pedonale – ha detto – ma si dovrebbe assolutamente pensare a come metterla in sicurezza.»

Nel frattempo, però, tutti i “sogni” sono proiettati verso il Tour de France, che senza dubbio servirebbe da volano al turismo, e valorizzerebbe il Parco Nazionale del Gran Paradiso già considerato tra i venti parchi più “green”.

La decisione finale circa la candidatura, spetta ora a Parigi. Non resta che attendere.

GUARDA IL VIDEO

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here